Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

T-Days| Inaugura navetta T2, disabili contestano: 'Non funziona'

In Piazza Maggiore per testare il nuovo mezzo - volto a favorire l'accesso al centro pedonale a chi ha ridotta capacità motoria - l'assessore Colombo è stato travolto da dure contestazioni. Contro di lui disabili e Lega Nord

Un inizio di week end scoppiettante per l’assessore alla mobilità Andrea Colombo. Alla fermata di Piazza Maggiore per inaugurare e provare la navetta elettrica T2, frequenza ogni 16 minuti, 16 fermate e attrezzata con pedana per carrozzine handicap, è stato accolto proprio dai disabili che già da tempo chiedono l’ingresso in centro con la propria auto durante i T-Days (con ricorsi al TAR – n.d.r.). Accusato di aver invitato solo le associazioni disabili compiacenti “Abbiamo aumentato mezzi e parcheggi, ho ascoltato sempre tutti, sia in comune che nelle sedi dei quartieri, e con le associazioni lavoriamo spesso insieme. Sono qui per provare la navetta e ci impegnano a fare tutti i miglioramenti” si difende il giovane assessore tra gli attacchi energici, a tratti anche scortesi, dei presenti. Giovanna Guerriero della Consulta Handicap al Comune di Bologna contesta l’inadeguatezza del mezzo e la difficoltà di accesso per i disabili in carrozzina non accompagnati: “Dovevi provarlo prima, non ora e dopo tutto il battage pubblicitario, hai fatto le cose al contrario”. In verità la protesta non è unanime, c’è anche chi promuove la pedonalizzazione e vuole sperimentare il nuovo servizio prima di pronunciarsi.

Centro inaccessibile, Colombo contestato in piazza

LA VOCE DEI COMMERCIANTI. Ad alzare il livello del dissenso, si aggiungono i commercianti degli esercizi di via Clavature e Pescherie Vecchie: “Tu non sai che significa il duro lavoro, non ti sei mai alzato alle quattro e mezza di mattina per scaricare, non abbiamo fatto un giorno di ferie per recuperare gli incassi e pagare le tasse”. E qualcuno rispolvera anche le glorie bolognesi: “Dovresti imparare da Dozza cosa significa il rispetto” (sindaco dal ’43 al ’66). Populismo, strumentalizzazione? “Sarà un lungo e duro cambiamento di mentalità e vi saranno anche miglioramenti” dice Colombo a Bologna Today “è difficile portare motivazioni contrarie alla T pedonalizzata”, e non esclude di attivare la T2 anche di domenica.
LA PROTESTA LEGHISTA. Un volta sul bus con fotografi, giornalisti, disabili e cittadini, l’assessore timbra regolarmente il suo biglietto, ma non è finita. Altra benzina sul fuoco dagli esponenti della Lega Nord che distribuiscono volantini a favore di un referendum per rivedere i T-Days. Ancora strepiti e invettive all’indirizzo di Colombo, compreso un sonoro “schifoso”, quando le porte della navetta si chiudono e rifiuta il volantino dalle mani dello stesso consigliere leghista Manes Bernardini che lo accusa a sua volta di non voler ascoltare i bolognesi.
IL TEST NAVETTA. Ritirata la pedana, e in un clima decisamente più disteso, si parte per le 16 fermate previste. Effettivamente il bus appare un po’ stretto per l’accesso agevole delle carrozzine. L’assessore risponde alle domande della stampa e illustra l’importanza delle fermate per la vicinanza con parcheggi di interscambio, fermate dei bus a corsa regolare o mercati.
PASS DISABILI EUROPEO. Sempre in tema di disabilità, da oggi è attivo il nuovo contrassegno europeo (dpr n. 151 del 30 luglio 2012 – n.d.r.), unico e conforme al modello comunitario, tema scottante per i trascorsi cittadini: “Ci stiamo organizzando” ci dice Colombo “i Comuni hanno tre anni per adeguarsi” e a proposito di cedibilità e abuso“ la legge è molto elastica, perché ricordo che prevede il servizio ai disabili, non la necessaria presenza a bordo della persona invalida. E’ sicuro al rilascio, ma di non facile controllo, anche se l’obbligatorietà della foto sul pass è molto importante”.


 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

T-Days| Inaugura navetta T2, disabili contestano: 'Non funziona'
BolognaToday è in caricamento