menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Comune Bologna

Foto Comune Bologna

Nettuno d'oro a Belinelli, oggi la festa a San Giovanni: 'Sono fiero di essere persicetano'

Ieri la cerimonia in Cappella Farnese. Merola: "Esempio significativo per i giovani: un ragazzo disposto al sacrificio, alla rinuncia, all'impegno, pur di raggiungere un obiettivo"

Virginio Merola ha conferito ieri il Nettuno d’oro a Marco Belinelli con una cerimonia in Cappella Farnese. “Sono molto onorato - ha dichiarato il campione degli Spurs - di ricevere queste due importanti onorificenze che costituiscono per me un grande riconoscimento dei risultati fin qui ottenuti. Ma la mia voglia di vincere non si ferma e spero in nuovi traguardi da festeggiare insieme. Amo San Giovanni e sono fiero di essere persicetano, passo più tempo possibile qua e mi sono allenato qui per buona parte dell'estate. Non vedo l’ora di ripartire il 25 settembre per San Antonio perché dopo un’annata in cui sono arrivati risultati molto importanti non mi sento arrivato, ho ancora fame di vittorie”. Durante la cerimonia, è stato proiettato un video dedicato al cestista.

"Sono felice di avere consegnato il Nettuno d'Oro a Marco Belinelli, un ragazzo nato a pochi chilometri da Bologna dotato di notevole talento, ma soprattutto di grande determinazione, protagonista di uno straordinario percorso che l'ha portato da San Giovanni in Persiceto agli Stati Uniti per vincere il campionato NBA - ha detto Merola - Belinelli rappresenta un esempio significativo per i giovani di oggi: un ragazzo disposto al sacrificio, alla rinuncia, all'impegno, pur di raggiungere un obiettivo. Questo è un messaggio molto importante, sempre, è uno dei valori fondamentali che ci trasmette lo sport e che contribuisce a rafforzare i valori di cui abbiamo bisogno come comunità. Ed è un messaggio molto importante soprattutto in questo momento per i nostri giovani".

Oggi Persiceto, sua città natale di Marco Belinelli, gli renderà onore con il conferimento del Pesco d’Oro da parte del sindaco Renato Mazzuca e una serie di eventi.

Marco Belinelli, unico italiano entrato nella storia sportiva per aver vinto il titolo Nba (National Basketball Association) nella stagione 2013-2014 con la squadra dei “San Antonio Spurs” è anche il primo italiano ad aver vinto l' “Nba Three-point Shootout” la gara da 3 punti all'Nba All-Star Weekend 2014.

 “Marco è un grande orgoglio per la nostra città e il nostro territorio – ha detto Luca Rizzo Nervo, assessore allo Sport del Comune di Bologna – vedere persone cresciute e formate qui che ottengono grandi successi in giro per il mondo è un motivo d’orgoglio. Il Nettuno d’Oro è il più importante riconoscimento bolognese, ma non sono tanti gli sportivi ad averlo conseguito. Il primo fu Alberto Tomba, l’ultima Martina Grimaldi. Marco è un testimonial di Bologna negli Stati Uniti e in tutto il mondo”.

“Festeggiare Marco Belinelli - ha dichiarato Mazzuca, sindaco di Persiceto - significa rendere omaggio non solo ad un grande campione sportivo ma anche ad un ragazzo che, nonostante il successo, è sempre il nostro cinno: umile, genuino e solidale. Lo ringraziamo per la sensibilità verso le bimbe e i bimbi di Persiceto, con la donazione di 10mila euro al comitato TVB Quaquarelli, e siamo onorati di conferirgli il Pesco d'oro. Il Beli sarà il primo persicetano ad essere insignito con questa onorificenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento