Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Nettuno recintato, Merola: 'Alternativa è vigili 24h, spero in accordo con Soprintendenza'

Il Primo cittadino propende per l'opzione della cancellata. Nulla da fare invece per aiuto a condomini sui writer: 'Amministatori non ci hanno aiutato'

La collaborazione con i condomini per tenere puliti i muri di Bologna non è andata come l'amministrazione comunale sperava. Lo ammette il sindaco Virginio Merola: "Abbiamo detto ai cittadini che se fanno un abbonamento di 100 euro all'anno in tutto il condominio per ripulire i muri, li ripuliamo automaticamente. Ma nessun amministratore di condominio ci ha dato una mano", ha segnalato il primo cittadino ieri sera al circolo Pd di via Murri.

VIDEO | Fontana Nettuno, passeggia sul bordo per recuperare le monete

Ciò non significa, però, che Palazzo D'Accursio intende (è il caso di dirlo) gettare la spugna. Non a caso, a breve partirà una nuova "operazione straordinaria" con la quale "cominceremo a pulire i muri a tappeto", promette il sindaco: si tratta di un nuovo pezzo del progetto che coinvolge cittadini volontari, richiedenti asilo e rifugiati.

Il Nettuno recintato per sempre? "L'idea è prendere spunto dalla vecchia cancellata"

Durante l'incontro con il circolo dem, al sindaco è stato anche chiesto cosa ne pensa della necessità di tutelare meglio il Nettuno. "C'è il tema del turismo. Dobbiamo scegliere", è la risposta di Merola. "Al momento teniamo due pattuglie dei vigili, una la mattina e una la sera- spiega Merola- a guardare la fontana e adesso abbiamo messo una telecamera".

Ma non è la migliore soluzione, per il sindaco: "Io propendo per l'idea, com'era in passato, di metterci una recinzione concordata con la Soprintendenza. Magari il problema è concordare con la Soprintendenza", aggiunge il primo cittadino, "ma l'alternativa è metterci due vigili per sei ore a turno, mattina, pomeriggio e notte. Francamente, se è possibile lo eviterei". Per questo, "stiamo discutendo con Soprintendenza un progetto. E con le telecamere possiamo anche riconoscere chi salta il cancello", aggiunge il sindaco.

Il tema del decoro della città, ad ogni modo, è ben più ampio. "Dobbiamo fare i conti con il fatto che non eravamo abituati a questa grande presenza turistica- sottolinea Merola- e anche con il fatto che ci sono troppi cittadini maleducati, questa è la verità. Ci sono zone in cui con Hera passiamo sei volte al giorno".

In questo quadro si inserisce anche il tema della raccolta differenziata e dei sacchetti attualmente lasciati in strada, spesso al centro delle critiche. Merola conferma che l'assessore Alberto Aitini sta lavorando con Hera per "rivedere" il sistema, "anche perché la presenza turistica con i sacchetti sta creando dei problemi di cui dobbiamo farci carico". (Pam/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nettuno recintato, Merola: 'Alternativa è vigili 24h, spero in accordo con Soprintendenza'

BolognaToday è in caricamento