Maltempo e neve, Coldiretti: "Bene per le riserve idriche, ma danni a piante"

Intanto Enel annuncia di aver riprisinato molte delle utenze elettriche messe fuori uso dai fiocchi caduti

Loiano ieri - Foto Danilo Zappaterra

Se la neve e la pioggia scese in questi giorni sono un bene per la riserve idriche, èanche vero che l'accumulo dei fiocchi sulle piante può danneggiarle e spezzare i rami.

E' la considerazione di Coldiretti Emilia-Romagna, che guarda alle precipitazioni sia con sollievo che con preoccupazione. Acqua e neve "sono importanti per recuperare le riserve idriche messe a dura prova dalla siccità della scorsa estate che ha compromesso non solo le attività agricole, ma anche di altri settori produttivi", dice l'associazione di categoria.

Secondo l'ultimo bollettino delle anomalie termiche dell'Arpae, infatti, nel 2017 in Emilia-Romagna le anomalie termiche calde "hanno prevalso su quelle fredde per quasi tutto l´anno, contribuendo a consolidare il riscaldamento climatico già in atto in regione da almeno venticinque anni, con la temperatura che si è attestata mediamente di un grado sopra alla media del trentennio precedente". D'altro canto, aggiunge Coldiretti, "preoccupa l'accumulo sulle piante di neve che può provocare con il peso la rottura dei rami". E di certo, questi sono "gli effetti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestano con pesanti effetti sull'agricoltura italiana che negli ultimi dieci anni ha subito danni per 14 miliardi di euro secondo rilevamenti Coldiretti". (ASA/DIRE)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, sul fronte dei problemi alla corrente elettrica in diversi Comuni dell'Appennino, Enel fa sapere che "grazie alle riparazioni effettuate e ai gruppi elettrogeni installati, il numero di clienti attualmente disalimentato è sceso a circa 4mila in Emilia Romagna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

Torna su
BolognaToday è in caricamento