Cronaca

Neve a Bologna, AUSL: 'Sanitari hanno dormito in ospedale per essere puntuali sul posto di lavoro'

Traferiti 5 pazienti dall'ospedale di Loiano. Operatori a riposo si sono offerti di sostituire colleghi impossibilitati a raggiungere il posto di lavoro. Lo fa sapere Ausl Bologna. Qui la situazione ospedali e strutture sanitarie

 Ausl Bologna rende noto che è in via di ripristino il funzionamento della rete elettrica, anche se persistono i problemi per l’acqua e la viabilità.

Questa la situazione negli ospedali:

Ospedali di Vergato e Porretta. Ripristinata la fornitura di energia elettrica. Regolare anche oggi la dialisi.

Ospedale di Loiano. Garantita la fornitura di acqua grazie ad autobotti di Hera. Trasferiti 5 pazienti (2 al Bellaria, 3 all’Ospedale di Budrio). Nessuna criticità, al momento, negli altri presidi ospedalieri. Quanto al territorio, nonostante le difficoltà di viabilità, i servizi sono tutti attivi, a partire dai punti di prenotazione, grazie al senso di responsabilità del personale. Molti operatori a riposo hanno offerto la propria disponibilità a sostituire colleghi impossibilitati a raggiungere il posto di lavoro. Nel corso della serata di ieri un paziente SLA assistito al proprio domicilio con apparecchiature elettromedicali è stato ricoverato cautelativamente al Bellaria per evitare i rischi da mancata erogazione di energia elettrica.

Ieri, in tre ospedali era stata interrotta l'attività chirurgica e una Unità di crisi dell’Azienda USL di Bologna ha monitorato per tutto il giorno la situazione dei presidi ospedalieri e dei servizi sanitari e socio-sanitari territoriali.

Particolare attenzione è stata dedicata ai presidi ospedalieri delle zone collinari e appenniniche interessate dalla interruzione della erogazione di energia elettrica e dalla riduzione delle forniture idriche, come Porretta Terme, Vergato, Loiano, in maniera da evitare il più possibile disagi ai pazienti ricoverati e predisporre con la massima tempestività le azioni necessarie a garantire  il funzionamento in sicurezza degli stessi presidi. Aperti e regolarmente funzionanti tutti i punti prelievo per esami di laboratorio.

Il 118 ha rafforzato la presenza di personale e mezzi (26 mezzi in più nell’intera area metropolitana, raddoppiato il personale in servizio in Centrale). All'Ospedale Maggiore, alcuni operatori hanno trascorso la notte in ospedale per essere certi di essere presenti puntualmente questa mattina per il proprio turno di lavoro. Anche a Loiano visono problemi per le forniture idriche, di energia elettrica, e per la viabilità. Alcuni medici hanno trascorso la notte in ospedale.

Chiusi i punti di prenotazione di Anzola, Vado, Pianoro e Sasso Marconi, a causa diproblemi con la viabilità.

I call center aziendali hanno fatto registrare, già nell’arco della mattinata, un incremento del 90% delle telefonate da parte di cittadini che richiedevano, per lo più, informazioni sul funzionamento dei servizi o lo spostamento di prenotazioni, o comunicavano la disdetta di visite specialistiche ed esami diagnostici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve a Bologna, AUSL: 'Sanitari hanno dormito in ospedale per essere puntuali sul posto di lavoro'

BolognaToday è in caricamento