Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Montebello

Neve e black-out, Enel: "Chiediamo scusa, ma abbiamo fatto tutto il possibile. Risarciremo"

"Non possiamo rimproverarci nulla" ha detto Livio Gallo, uomo Enel. Le famiglie che hanno subito gravi disagi verranno comunque risarcite: "Tale risarcimento verrà calcolato in automatico e accreditato in bolletta entro 3 mesi"

E' stato Livio Gallo, direttore della divisione globale infrastrutture e reti di Enel, a rispondere alle domande della stampa sul black-out che sta interessando ancora circa 1.500/2.000 famiglie e che e che ha messo in ginocchio la provincia di Bologna (e in particolare l'Appennino) a causa della neve degli scorsi giorni. "Chiediamo scusa per i disservizi di questi giorni - ha detto Gallo alla conferenza stampa di questa, sera organizzata in un hotel felsineo - ma nella situazione che si è venuta a creare, con il fenomeno 'neve bagnata' e la caduta di tanti alberi abbiamo davvero fatto tutto il possibile e non possiamo rimproverarci nulla". Poi la promessa: entro domani l'energia elettrica verrà ripristinata su tutto il territorio.

SONO PREVISTI DEI RIMBORSI: ARRIVERANNO DIRETTAMENTE IN BOLLETTA. Gallo ha poi assicurato che i clienti che hanno subito il black-out per un tempo prolungato avranno un risarcimento (non è necessario farne richiesta) che verrà calcolato direttamente in bolletta e che dovrebbe pervenire entro un massimo di tre mesi: si parte da 30 euro e si arriva al migliaio con un calcolo che somma le ore di assenza del servizio.

"In queste giornate di emergenza abbiamo dovuto gestire oltre 200 mila clienti rimasti senza corrente - ha spiegato Livio Gallo - messo in moto 100 mezzi speciali e aperto 600 cantieri, ricevuto 500 mila telefonate in 24 ore. Gli standard del servizio in questa regione sono molto alti e l'Emilia Romagna è un fiore all'occhiello in termini di qualità del servizio. Se poi guardiamo all'estero vediamo che in Francia o in USA per una nevicata s parla di 1/2 settimane di black-out e non di 72 ore". 

In ogni caso Enel si è impegnata a dare una relazione dettagliata appena possibile e rispondendo alle accuse di non essere stata in grado di "comunicare abbastanza e bene con le varie amministrazioni pubbliche" ha ribattuto che in realtà sono stati dati dei report quotidiano con una 'mappa' delle criticità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e black-out, Enel: "Chiediamo scusa, ma abbiamo fatto tutto il possibile. Risarciremo"

BolognaToday è in caricamento