Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'No alla moschea', Forza Italia si appella al governo con una proposta di legge

I consiglieri e il deputato annunciano un centinaio di banchetti per la raccolta firme; il 15 l'evento ufficiale in piazza Galvani

 

Esposti, ricorsi e se proprio l'ampliamento del centro culturale islamico di via Pallavicini dovesse andare avanti e' pronto anche il referendum. Per questo Forza Italia ha gia' spedito ai simpatizzanti di centrodestra 20.000 mail (a breve partiranno altri 25.000 sms) e dal 15 settembre aprira' ufficialmente la raccolta firme.

Ma nell'attesa il deputato Galeazzo Bignami mette sul piatto una proposta di legge per fermare la costruzione di moschee. Il leader forzista si rivolge direttamente al ministro dell'Interno Matteo Salvini: "crediamo stia operando bene nella gestione dei flussi migratori e nell'impatto con la religione islamica- gli da' atto Bignami- ci fidiamo di lui e con questa proposta gli affidiamo strumenti utili perche' a Bologna non si realizzi la moschea".

Non a caso nella sala stampa di Palazzo D'Accursio c'e' anche il consigliere della Lega Umberto Bosco. "Visto che il Carroccio ha annunciato un esposto alla Corte dei Conti- dice il capogruppo Fi in Comune Marco Lisei - mettiamo a disposizione le nostre risorse per questo obiettivo". Il centrodestra insomma a Bologna sembra marciare compatto contro la moschea, aspettando i 5 stelle ("cosa faranno?", si chiede lo stesso Lisei).

La "battaglia" sara' combattuta su un doppio binario: quella in Comune contro la delibera che contiene la permuta con il centro culturale islamico di via Pallavicini e quella tra i cittadini con la raccolta firme, che partira' con la manifestazione del 15.

In realta' i primi banchetti si terranno gia' domani, come spiega il coordinatore dei forzisti nei quartieri Davide Nanni. Poi, il sabato successivo, la manifestazione prevista al pomeriggio in piazza Galvani per lanciare con forza l'iniziativa. È previsto un centinaio di banchetti solo nel primo mese. (Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento