Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unione Inquilini, presidio davanti al Tribunale: 'Sfratti zero, diritto all'abitare e a lavorare'

Contro la direttiva Salvini per il riuso degli immobili sfitti pubblici e privati

 

Un presidio in difesa del diritto abitativo, in occasione della giornata nazionale "Sfratti zero". Questa mattina in via D'Azeglio a Bologna, cosi' come in altre citta' d'Italia, l'Unione inquilini e Sgb hanno manifestato e distribuito volantini contro la mancata attuazione delle politiche abitative. "Vengono tagliati soldi all'Edilizia residenziale pubblica- attacca Michele Cirinesi dell'Unione inquilini- che e' diventata ormai la Cenerentola del welfare".

L'obiettivo della protesta e' "ribadire, in un Paese dove gli sfratti sono altissimi -siamo la pecora nera dell'Europa- di volere mettere all'ordine del giorno" queste politiche, poiche' "neppure questo Governo, in linea con gli altri, non ha stanziato assolutamente niente in finanziaria per quanto riguarda la costruzione, la difesa o il riuso di mobili sfitti pubblici o privati".

Una situazione anzi in "ulteriore peggioramento" con la direttiva Salvini, che secondo l'attivista "va drasticamente a tagliare e inasprire le pene che ci sono per chi difende il diritto abitativo sia per gli extracomunitari sia per i militanti come noi, mentre invece dovrebbe essere un diritto costituzionalmente garantito".

A Bologna, inoltre, sebbene secondo i dati del Viminale si registri un "leggero calo" per quanto riguarda l'esecuzione degli sfratti (-2.54%, ndr), Cirinesi ricorda come in realta' "la richiesta sia in aumento" e che "molti non vengono neanche piu' eseguiti perche' molti lasciano volontariamente la casa". Durante il presidio e' stata lanciata anche la giornata di sciopero nazionale del 26 ottobre, promossa unitariamente dal sindacalismo di base. (Dav/Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento