rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Argelato

Scritte No Vax contro la Cgil. Nel pomeriggio presidio solidale

Presi di mira i tre segretari generali nazionali Landini, Sbarra e Bombardieri

"Questo pomeriggio alle 17 sarò presente al presidio organizzato dalla Cgil per condannare con fermezza questi vili atti di vandalismo e intimidazione che hanno colpito questa notte la camera del lavoro di Funo. La mia solidarietà e vicinanza, che ho espresso questa mattina alla responsabile Marinella Goldoni, non sottovalutiamo mai atti di prevaricazione e ingiuria come questi".

Così la sindaca di Argelato Claudia Muzic in merito alle scritte no vax comparse sui vetri della sede della Cgil a Funo.

"Ancora una volta un vile attacco alle sedi delle confederazioni sindacali – afferma la Cgil di Bologna – sono mesi che ciò accade. Si contano ormai a decine gli episodi, quasi sempre rivolti alle sedi di Cgil, Cisl e Uil. In altri casi contro associazioni di operatori del settore sanitario o altro luoghi simbolici dei nostri territori. Ad essere presi di mira in quest'ultima occasione, con epiteti ingiuriosi, le figure dei tre segretari generali nazionali Landini, Sbarra e Bombardieri".

"È evidente il tentativo di continuare a mettere nel mirino i luoghi e i soggetti della democrazia, utilizzando deliranti argomenti, tentando di appropriarsi di concetti quali libertà e diritti che stanno agli antipodi dei soggetti che si rendono protagonisti di questi gravi e reiterati episodi".

Secondo la Cgil di Bologna, "nei momenti più difficili della storia del nostro Paese l'attacco al sindacalismo confederale è purtroppo sempre stato una costante. Auspichiamo che la magistratura e le Forze dell'ordine identifichino al più presto i protagonisti di tale scempio. È necessario reagire, mantenendo alto il presidio di democrazia da parte delle forze sindacali, sociali, politiche e della istituzioni democratiche", insiste il sindacato.

"Nel giorno della ricorrenza della caduta del fascismo ancora minacce e intimidazioni no vax vergognose - sottolinea a sua volta la segretaria del Pd di Bologna, Federica Mazzoni - come Pd di Bologna esprimiamo la massima solidarietà e vicinanza alle compagne e ai compagni della Camera del Lavoro vittime di atti violenti che condanniamo con fermezza perché nulla hanno a che fare con la dialettica democratica e denotano un clima intimidatorio che non può essere taciuto".

Anche per il deputato dem Andrea De Maria, non ci può essere "nessuna sottovalutazione di atti come questi. Sono la conferma di derive eversive che abbiamo visto nella loro gravità nell'assalto alla sede nazionale della Cgil del 9 ottobre 2021. Tutte le forze politiche hanno la responsabilità di isolare e condannare qualunque forma di intolleranza e di estremismo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte No Vax contro la Cgil. Nel pomeriggio presidio solidale

BolognaToday è in caricamento