Nodo di Rastignano, l'attacco di Lega e Fdi: "Ancora poca trasparenza"

Così i consiglieri d'opposizione Luca Vecchiettini e Davide Nanni

Foto archivio

Sul nodo di Rastignano arriva la denuncia dei consiglieri d'opposizione Luca Vecchiettini (Lega) e Davide Nanni (FdI).

"Abbiamo presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Pianoro per conoscere i costi del nuovo piano traffico della frazione - spiegano - ma, nonostante i tempi di legge siano scaduti, non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Dopo aver inviato un promemoria agli Uffici e aver richiesto l'intervento del Segretario Generale, ricevendo in risposta un silenzio assordante, non ci rimane che rivolgerci al Prefetto".

Vecchiettini poi attacca sui ritardi, "in un solo anno si sono accumulati ben 9 mesi di ritardi sull'apertura dell'opera, ed il Coronavirus non può essere usato come scusa, dato che l'inaugurazione era prevista per dicembre 2019". Conclude il consigliere leghista "anche sul tema delle centraline per la qualità dell'aria, richieste a gran voce da anni da tutte le opposizioni e dai cittadini, l'Amministrazione si è mossa in ritardo e ancora non ci sono notizie ufficiali".

Rincara la dose Nanni: "Una mancata risposta davvero sospetta: perché non vengono forniti a dei consiglieri dati che già dovrebbero essere in possesso del Comune da tempo? Possibile che il Comune non abbia questi dati che sono alla base del progetto Nodo di Rastignano? In ogni caso è una mancanza gravissima che denota poca trasparenza e tanto nervosismo, e che dimostra la solita superficialità nella gestione pubblica da parte del PD".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento