rotate-mobile
Cronaca

Nodo di Rastignano, parziale riapertura entro marzo

Lo ha annunciato oggi in commissione l'assessore a mobilità e trasporti della Regione Andrea Corsini

"Purtroppo i lavori hanno subìto un minimo rallentamento a causa di necessarie attività di bonifiche belliche, ma è possibile prevedere la parziale riapertura del nodo di Rastignano entro il prossimo mese di marzo".

Lo ha annunciato oggi in commissione l'assessore a mobilità e trasporti della Regione Andrea Corsini. Rispondendo a Marta Evangelisti di Fratelli d'Italia Corsini ha premesso che il cantiere ricade sotto la gestione della Città Metropolitana di Bologna e non è "sottoposto direttamente alla responsabilità regionale".

In ogni caso la riapertura parziale del lotto 1 è "strettamente connessa al prosieguo dei lavori sul lotto 2 e ai lavori alla interferente linea ferroviaria".

Nel dettaglio, Evangelisti aveva chiesto se "sia stato avviato il dialogo con gli Enti locali al fine di definire le modalità che consentano di sperimentare il transito del traffico leggero privato in entrambe le direzioni del primo lotto del nodo di Rastignano poiché, da novembre ad oggi, non è stata registrata alcuna novità nonostante la risoluzione bipartisan approvata".

Evangelisti voleva poi sapere quali mutamenti di cantiere siano stati registrati nell'ultimo periodo e "se vi sia una previsione temporalmente ravvicinata di apertura a doppio senso di marcia del nodo".

Richieste analoghe anche in una interrogazione firmata dalla consigliera di Forza Italia Valentina Castaldini. L'azzurra chiede "quali siano i tempi di apertura del doppio senso del primo lotto del Nodo di Rastignano e se siano intercorse ragioni ostative o se alcuni dei soggetti coinvolti nell'apertura del doppio senso abbiano rappresentato difficoltà o contrarietà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo di Rastignano, parziale riapertura entro marzo

BolognaToday è in caricamento