Neve a Bologna: nell'imolese dopo allagamenti e black-out, si affrontano le frane

Le piogge abbondanti cadute tra giovedì e venerdì nel territorio imolese hanno lasciato il loro segno: risolta l'emergenza, ora le amministrazioni devono affrontare i numerosi movimenti franosi

Oltre alla neve, la viabilità e il black out elettrico, le amministrazioni del bolognese dovrà anche far fronte alle frane che si sono verificatesi perlopiu nel territorio imolese, colpito dalle abbondanti piogge tra giovedì e venerdì scorsi. Ieri sera ancora una quindicina di famiglie, erano ancora prive di energia elettrica. Oggi tutte le scuole sono regolarmente aperte e si sta provvedendo alla rimozione degli ultimi rami e alberi caduti sulle strade e alla loro potatura.

A Casalfiumanese è ancora in movimento la frana in via Rio Mescola. La zona non è accessibile e si attenderanno le prossime ore per valutare un eventuale rischio per una famiglia se la terra franata dovesse precipitare nel fiume e bloccare il transito, benchè disti circa 500 metri. Ieri i tecnici geologi della Protezione Civile - Servizio Tecnico Bacino Reno della Regione Emilia Romagna hanno effettuato un sopralluogo.

Frane ed esondazioni ieri sono state rilevate a Borgo Tossignano nella zona Golenale di Rineggio, in riva sinistra con movimento di frana originata da crollo di costagessosa, costituita da massi di notevoli dimensioni. Tale frana, occorsa la scorsa primavera, èulteriormente scesa verso valle e procede in due traiettorie, una diretta verso il podere Vuipona che ospita un’attività artigianale ed una verso il letto del fiume Santerno. A questo proposito, è stata emessa ordinanza sindacale di chiusura della strada.

Frazione di Tossignano, Via Campiuno: all’altezza del podere Canepella e del podere La Collina, cedimento franoso della sede e del manto stradale con un abbassamento del 50 %.

Centro urbano, Rio Maggiore, sulla riva sinistra: frane in più punti con sradicamento di alberature, assieme a terra ed altri detriti nel letto del Rio.  Impiantistica sportiva: distacco del terreno sottostante gli spogliatoi.

Centro urbano, Via Kennedy ‘parco del Donatore di Sangue’, sulla riva sinistra: rottura della diga e degli argini destro e sinistro con voragini profonde in corrispondenza del parco.

Frazione di Codrignano, Via Casone, sulla riva destra: frana riversata assieme ad alberature sradicate nel letto del Rio Gambellaro, che ha tracimato ed allagato una sede stradale privata di accesso ad alcune abitazioni.

Una frana che interrompe anche la strada vicinale ad uso pubblico Raggi. Pertanto al strada è stata chiusa con un’ordinanza sindacale.

A Fontanelice, permane il movimento franoso nella zona di via Andrea Costa, parte retrostante il centro storico: l'area è monitoraggio poichè potrebbe essere a rischio parte dell’illuminazione pubblica e della rete fognaria del paese. Ancora diffuse situazioni sul territorio che riguardano alberature a rischio caduta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • Avvelenato e lasciato nel parcheggio va in coma e muore dopo 2 giorni: fermati due coniugi

Torna su
BolognaToday è in caricamento