Norme edilizie, malumori nel settore, Merola: 'Basta case-cantine, pacchia finita'

Nei giorni scorsi le associazioni di costruttori e proprietari avevano storto il naso di fronte alle variazioni varate dalla giunta nel nuovo regolamento edilizio

Il sindaco di Bologna, Virginio merola, replica a muso duro alle polemiche sollevate dalle nuove norme contenute del Regolamento urbanistico edilizio. "Con il nuovo Rue non sarà più possibile trasformare un interrato o uno scantinato e venderselo come un ambiente. La pacchia a finita", scandisce il sindaco a margine della presentazione dell'indagine sulla percezione della qualità della vita a Bologna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da quando faccio amministrazione, i costruttori si lamentano. Noi eviteremo che ci siano delle speculazioni, nel senso che scantinati e cantine possano essere presentati come appartamenti. Sta già avvenendo e non deve più accadere", avvisa il sindaco. "Imprenditori che hanno a cuore la qualità dell'abitare sicuramente saranno d'accordo con me. Perché è concorrenza sleale", osserva il sindaco. "Non credo che riguardi i costruttori", conclude. (Vor/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento