rotate-mobile
Cronaca

Numero chiuso a Scienze politiche, approvato da commissione e consiglio

Ora nascerà un tavolo tecnico

Con un sì unanime è stato approvato ieri un documento sui numeri programmati a Scienze Politiche.  A votarlo anche i rappresentati degli studenti all'interno degli organi della Scuola.

Rispetto al punto specifico all'ordine del giorno relativo alle soglie di sostenibilità, i rappresentanti degli studenti - tutti tranne uno che ha votato a favore - pur segnalando la propria contrarietà al numero programmato, hanno deciso di esprimersi invece con un voto di astensione per indicare la loro volontà di un percorso partecipato in cui esplorare insieme la percorribilità di strade alternative negli anni a venire,  attraverso un tavolo tecnico di ateneo.

IL DOCUMENTO APPROVATO.  La Commissione paritetica e il Consiglio  della Scuola di Scienze Politiche, preso atto della richiesta di numero programmato proposta dai Dipartimenti SDE, SPS, Statistica, a cui afferiscono i CdL in Scienze politiche sociali e internazionali, Scienze internazionali e diplomatiche, Servizio Sociale, Sviluppo e cooperazione internazionale, e i CdLm in Comunicazione pubblica e d'impresa, Pubblica amministrazione e organizzazione, Relazioni Internazionali, Scienze internazionali e diplomatiche, Sviluppo locale e globale,  constatano che il tetto indicato dai Dipartimenti  esprime il limite massimo oltre il quale i Corsi di Studio - in base alle risorse attualmente disponibili  -  non possono assolvere appieno i compiti istituzionali con rispetto della qualità dell'offerta formativa e dell'efficacia dei percorsi di studio.   

La Scuola condivide l'analisi secondo la quale negli ultimi anni - a fronte di una crescita  costante degli iscritti - si è verificata una sempre minore disponibilità del numero di docenti, di servizi e di infrastrutture, derivante da complesse dinamiche e tagli ministeriali nel periodo post-riforma nel sistema universitario italiano, incluse le limitazioni imposte al turn over.

La Commissione paritetica e il Consiglio della Scuola di Scienze Politiche condividono la scelta dei limiti elevati a cui i Corsi di Studio e i Dipartimenti hanno fissato il tetto di iscrizioni nell'a.a. 2017-18 per assolvere con responsabilità il compito formativo assunto nei confronti del sempre maggior numero di studenti che si sono iscritti e chiedono di iscriversi.
La Commissione paritetica e il Consiglio della Scuola di Scienze Politiche considerano altresì di cruciale importanza l'impegno già concordato con l’Ateneo di attivare contestualmente e in tempi brevi un Tavolo tecnico, nel quale:
- si esplorino tutte le strade realisticamente percorribili per individuare misure che nel medio e lungo pedo possano incrementare le risorse di docenza, amministrative e logistiche (es.: turn over, RTDA, rafforzamento servizi agli studenti, comodati d’uso, etc.) in vista di un superamento delle soglie di accesso individuate in questa fase.
- si discutano e si elaborino proposte condivise per la declinazione pratica delle modalità di accesso.

La Commissione paritetica e il Consiglio della Scuola di Scienze Politiche chiedono che in tale Tavolo le rappresentanze studentesche siano adeguatamente presenti. 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numero chiuso a Scienze politiche, approvato da commissione e consiglio

BolognaToday è in caricamento