Lunedì, 2 Agosto 2021

Apre la nuova casa della salute Porto-Saragozza | VIDEO

Inaugurata stamattina in via Sant'Isaia. Ampliati i servizi

Frutto di un graduale e progressivo lavoro di miglioramento della offerta dei servizi territoriali del Poliambulatorio Saragozza, e nella prospettiva concreta di diventare una Casa della Comunità, ha aperto oggi le porte la nuova Casa della Salute Porto Saragozza.

Ad inaugurarla, oggi 9 luglio, Giuliano Barigazzi, Presidente CTSSM, Paolo Bordon, Direttore generale Azienda Usl di Bologna, Lorenzo Cipriani, Presidente Quartiere Porto Saragozza, Raffaele Donini, Assessore alle politiche per la salute Regione Emilia-Romagna, Mirco Vanelli Coralli, Direttore Distretto Città di Bologna, Azienda Usl di Bologna.

La Casa della Salute Porto Saragozza si caratterizza per la completezza dei servizi sanitari e socio sanitari e, assieme al Poliambulatorio Montebello, recentemente riqualificato - oggi punto di riferimento per le attività territoriali di contrasto alla pandemia da Covid-19 - e al Servizio Sociale di Comunità, di prossima attivazione in via della Grada, costituisce la porta di accesso ai servizi dell’intera Azienda Usl di Bologna.

I servizi

Prevenzione, presa in carico integrata e medicina di iniziativa, sono i modelli di cura e di assistenza a cui si ispira tutta l’offerta. Al centro della quale l’assistenza primaria, innovata grazie alla integrazione multi-professionale, e i percorsi di valutazione, in stretta sinergia con le opportunità offerte dai servizi socio-sanitari. 

La presenza delle associazioni e delle attività di Auto Mutuo Aiuto, inoltre, rappresenta una premessa fondamentale per l’apertura della Casa della Salute al territorio e al lavoro di comunità.

La Casa della Salute Porto Saragozza si affianca alle 3 già attive in città: Borgo Reno, Navile, San Donato-San Vitale. Una quinta Casa della Salute, nel quartiere Savena, è attualmente in fase di progettazione. 

Piano terra

Front office della Casa della Salute Porto Saragozza, è l’area di accoglienza e centralino telefonico, che garantisce informazioni e orientamento a tutti i servizi della struttura, oltre al check point sanitario Covid-19.

Al piano terra trova posto il CUP, i cui orari sono ora ampliati: lunedì-mercoledì e venerdì dalle 7.30 alle 12.30, martedì e giovedì dalle 7.30 alle 17.30, sabato dalle 7.30 alle 11.45.

Rafforzati anche i servizi infermieristici, costituiti dall’ambulatorio infermieristico (attivo dal lunedì al venerdì 7.30-13.00, mercoledì e venerdì 14-18, sabato 8-12), dall’ambulatorio cronicità (martedì e giovedì dalle 14 alle 18), dall’assistenza domiciliare, che opera in stretta integrazione con i Medici di medicina generale e i Pediatri di libera scelta, dal punto prelievi (dal lunedì al sabato, 7-30-11.30).

In arrivo, sempre al piano terra, un nuovo ambulatorio polifunzionale, a disposizione di specialisti e Medici di medicina generale.

Presenti anche i punti di distribuzione dei presidi per diabetici e persone con incontinenza e, nell’area monumentale della struttura, dei prodotti farmaceutici.

Completa l’offerta dei servizi del piano terra, il PCAP (punto di coordinamento assistenza primaria), snodo funzionale strategico della rete delle Cure Intermedie e dei percorsi di continuità assistenziale tra ospedale e territorio.

Primo piano

Ampia l’offerta di servizi specialistici ospitati al primo piano della Casa della Salute Porto Saragozza, con Pediatria territoriale, Consultorio famigliare, Neuropsichiatria dell’Infanzia e della Adolescenza (NPIA). 

La Pediatria territoriale garantisce le vaccinazioni obbligatorie e facoltative, prevenzione e sorveglianza delle malattie infettive, promozione della salute e formazione, presa in carico di bambini con patologie croniche. 

Il Consultorio famigliare assicura una offerta di servizi ampia e articolata, che va dal percorso nascita ai percorsi diagnostici di secondo e terzo livello riguardanti lo screening della cervice uterina, la prevenzione, diagnosi e trattamento della incontinenza urinaria, la diagnostica e trattamento della infertilità e sterilità, i corsi di accompagnamento alla nascita e il sostegno all’allattamento materno. A queste si affiancano le attività dello Spazio Giovani e Giovani Adulti, gestite dal Consultorio famigliare, che rafforzano la vocazione materno-infantile della Casa della Salute Porto-Saragozza.

Centrale è anche il ruolo della Neuropsichiatria Infantile e della Adolescenza, le cui attività, in costante incremento, hanno assunto un profilo particolarmente significativo a seguito delle ripercussioni psicologiche dovute alla persistente emergenza da Covid-19.

La Salute Mentale

Parte integrante della Casa della Salute è il Centro di Salute Mentale 3-0, collocato nell’Area Pepoli che garantisce, secondo un principio di intensità e complessità di cura, la presa in carico di pazienti con diagnosi psichiatriche maggiori, la gestione di disturbi mentali comuni a prevalente valenza ansioso-depressiva in collaborazione con i Medici di medicina generale, lo sviluppo di modelli innovativi per rispondere ai bisogni assistenziali e riabilitativi di pazienti con patologia psichiatrica maggiore a sintomatologia stabilizzata. Il tutto in piena sinergia tra le equipe infermieristiche del Centro e l’ambulatorio infermieristico. 

In arrivo anche lo Psicologo della Casa della Salute, un progetto che prevede la stretta collaborazione tra Medici di medicina generale e Nuclei Territoriali di Psicologia, per una risposta coordinata, omogenea ed equa in tutto il territorio.

La Casa della Salute ospita anche servizi a valenza aziendale, come il Programma Dipendenze Patologiche e l’Assistenza alle Popolazioni Vulnerabili.

Si parla di

Video popolari

Apre la nuova casa della salute Porto-Saragozza | VIDEO

BolognaToday è in caricamento