Nuova Porrettana, "Resta il problema della ferrovia"

Lista Civica scettica dopo l'ok del Cipe, Inutile senza la ferrovia interrata macano 50 milioni per sotterrare i binari..

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Noi della lista civica di Casalecchio abbiamo ben presente il problema che da oltre 50 anni paralizza la viabilità della nostra città. Ma ahimè anche questa volta la quarta negli ultimi 15 anni in cui il CIPE delibera i soldi per la nuova Porrettana il problema resterà irrisolto e sì perché il problema di Casalecchio è la presenza di un passaggio a livello a metà della strada principale del paese la via Marconi che anche con questo stanziamento rimarrà probabilmente per sempre. Anche nei paesi del terzo mondo non esistono più passaggi a livello a raso nei centri città!!! ammesso e non concesso che l'opera su farà sicuramente non nei due anni sbandierati da tutti i tromboni della politica locale e nazionale che in questi 50 anni più fare squadra hanno fatto solo degli autogol non ultimo questo. Del resto la richiesta del casello di Borgonuovo con relativo parere favorevole unanime è del 2006 e se va bene aprirà nel 2018 a quel punto il traffico di attraversamento diminuirà di molto e la nuova Porrettana andrà in second ordine. Il vero problema è la ricucitura in due del paese che con 50 milioni in più si sarebbe fatto con l'internamento della ferrovia come già deliberato dal CIPE nel 1998, 2009, 2014, ma purtroppo il PD ha ritenuto prioritario fare qualcosa altro. Noi della lista civica ci siamo sempre battuti per questo e ci continueremo a battere a tutti i livelli tanto è vero che per la nostra protesta dell'anno scorso siamo stati anche paradossalmente multato da questa amministrazione che ancora una volta dimostra di non tutelare gli interessi dei cittadini ma solo quelli della casta.

Torna su
BolognaToday è in caricamento