Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Nuova seggiovia al Corno: domenica l'iniziativa in alta quota

Il comitato "Un altro Appennino è possibile" illustrerà i motivi dell'opposizione alla nuova seggiovia, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato

l comitato per il "no" alla costruzione della nuova seggiovia al Corno alle Scale alzano il tiro, nel vero senso della parola. Domenica 26 settembre si ritroveranno alle 9.30 al parcheggio del Rifugio Cavone, poi un 'comizio' d'alta quota al lago Scaffaiolo.

"Dove non arrivano i regolamenti e le carte bollate iniziano i nostri corpi e i sentimenti che li muovono! - fanno sapere sulla pagina Facebook 'Salviamo il Corno alle Scale' - sarà una bellissima occasione per camminare insieme e riprendere contatto con un lago caro a tutte e tutti e che rischia di essere rovinato dalla presenza di una inutile e dannosa seggiovia".

La seggiovia è "un’opera necessaria" per rendere la struttura "più moderna e sicura", ma anche perché "sarà funzionale alle attività outdoor praticabili tutto l’anno sul nostro Appennino”, aveva detto l’assessore regionale con delega alle Infrastrutture e Turismo, Andrea Corsini. 

Il comitato "Un altro Appennino è possibile illustrerà i motivi della sua opposizione alla nuova seggiovia, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato, che ha ritenuto fondate le argomentazioni e disposto una sollecita fissazione dell'udienza di merito". 

Nel corso della giornata ci saranno animazioni e narrazioni, oltre a interventi di guide ambientali e naturalisti sugli ecosistemi protetti del Corno alle Scale.

Il ritorno al parcheggio del Rifugio Cavone è previsto per le ore 16.

Nuova seggiovia Corno alle Scale, frenata dopo il ricorso. I comitati: "Importante successo"

Nuova seggiovia al Corno, la Regione tira dritto: "L'opera è necessaria"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova seggiovia al Corno: domenica l'iniziativa in alta quota

BolognaToday è in caricamento