menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove telecamere di videosorveglianza in città. Malagoli: "Stanzieremo 1 milione di euro'

La Polizia Municipale potrà monitorare la città attraverso dei tablet. L'assessore: "Siamo invasi di telecamere in città, ma ad esempio nei giardini non ce ne sono"

Un milione di euro per dotare Bologna di nuove telecamere destinate alla videosorveglianza: l'investimento, già deciso dall'amministrazione comunale, è stato annunciato ieri sera dall'assessore alla Sicurezza, Riccardo Malagoli, durante la seduta di insediamento del nuovo Consiglio del quartiere Navile.

"Stanzieremo un milione di euro per la videosorveglianza", afferma l''assessore, aggiungendo che "abbiamo già chiesto alla Prefettura di convocare il tavolo con le forze dell''ordine perchè non vogliamo sprecare, vogiamo mettere le telecamere dove c'è la necessità di farlo".

Già oggi "siamo invasi di telecamere in città, ma ad esempio nei giardini non ce ne sono", segnala l'assessore. La collocazione degli occhi elettronici, dunque, sarà valutata con chi si occupa della sicurezza "affinchè le forze dell'ordine- sottolinea Malagoli - possano essere attive immediatamente", considerando che al circuito delle telecamere "avranno acceso attraverso i tablet".

Il tutto, spiega Malagoli, sfruttando gli impianti di ultima generazione installati nel piano di rinnovamento della pubblica illuminazione. L''investimento di un milione di euro è contenuto in uno degli orientamenti approvati dalla Giunta di Palazzo D''Accursio nella sua prima seduta, cioè quello riguardante il piano straordinario da 25 milioni (cinque l''anno per la durata del mandato 2016-2021) per riqualificare marciapiedi e strade. Trattandosi di un piano poliennale, il Comune valutera'' se destinare ulteriori fondi alla videosorveglianza anche nelle annualita'' successive.

Intanto non è un caso, probabilmente, che Malagoli abbia deciso di parlare di questa operazione proprio in Bolognina, un quartiere dove l'attenzione sul tema sicurezza è spesso alle stelle. Si è' visto anche durante la seduta di ieri. Brunella Guida, neo consigliera di Coalizione civica, in apertura di assemblea ha regalato agli altri eletti una foto di piazza dell'Unità durante l''ultima edizione di Conciba'', festa incentrata sulla condivisione del cibo: "Preferisco questa piazza rispetto a quella con le camionette dell''Esercito, tra l'altro perfettamente inutili". Sul fronte della sicurezza "si sta curando un malato terminale perche'' quando c''era da prevenire non lo si e'' fatto", afferma Graziella Tisselli (centrodestra), citando in particolare le occupazioni.

"Non bastano certo le nuove luci a led, per altro installate a due mesi dalle elezioni", attacca Stella Maris Dante (M5s), visto che il quartiere "continua ad essere teatro di spaccio e di gravi episodi di criminalità". Dopo gli interventi dei vari gruppi, come previsto il Consiglio ha eletto il Pd Daniele Ara alla presidenza, per il suo secondo mandato.

Sull'illuminazione, replica Ara dopo la nomina, si è proceduto con un "rinnovamento non certo elettorale, perchè andrà avanti per i prossimi anni. E' la nuova luce del futuro, sarebbe esagerato se lo facessimo solo per le elezioni". Ai consiglieri, poi, chiede di "andare a conoscere i problemi e la realtà sociale" del quartiere: "Non facciamo l'errore di un dibattito più da Consiglio comunale che di quartiere, un dibattito a volte ideologico". Infine, l'organizzazione di iniziative come Concibo'' "si affianca inevitabilmente al fatto che ogni tanto c''e'' bisogno anche di un maggior presidio delle forze dell''ordine", conclude Ara: "Serve l''antibiotico, quando la malattia è importante".

(agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento