Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

A Bologna nuovi agenti a battesimo per il Tour del France

59 Agenti in prova e 11 Agenti provenienti da altre Questure e Reparti sono arrivati in città. Sono stati impiegati nei servizi connessi alla gara ciclistica

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

59 Agenti in prova alla Questura di Bologna, di cui 50 hanno preso servizio negli Uffici/Divisioni della Questura, mentre 9 presso i Commissariati di P.S. di Imola e San Giovanni in Persiceto. Sono arrivi dal 24 giungo, dopo aver vinto il concorso e aver frequentato il 225° corso di formazione, prestando giuramento il 19 giugno. Saranno impegnati nella "fase di applicazione pratica" fino al prossimo 5 ottobre.

Ma non è tutto:  questa mattina il questore Antonio Sbordone ha incontrato altri 11 Agenti provenienti da altre Questure e Reparti, che da oggi sono anch’essi assegnati alla Questura di Bologna.

Per agevolare il raggiungimento della Caserma Smiraglia è stato predisposto un servizio navetta, dalla Stazione di Bologna Centrale, attivo dalle ore 8.00 alle 20.00 del 24 giugno, giorno di arrivo e presa in forza dei colleghi.

I primi giorni in città

Gli agenti hanno incontrato il Vicario del Questore, Roberto Della Rocca, è i Dirigenti di diversi Uffici della Questura che hanno fornito ai neo-poliziotti nozioni in merito alla deontologia professionale, all’assetto formale, al corretto impiego dei mezzi e veicoli di servizio, al tema delle relazioni esterne e dell’utilizzo dei social, nonché ulteriori utili informazioni circa le attività di servizio.

I successivi 26 e 27 giugno sono stati invece dedicati alle attività di addestramento al tiro e di aggiornamento professionale teorico sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Infine, gli Agenti hanno incontrato il Dr. Carlo Barbieri, Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato che, in servizio presso la Questura di Bologna, rappresenta una risorsa preziosa per il benessere emotivo e psicologico degli operatori.

Nella mattinata di venerdì 28 giugno, il Questore Antonio Sbordone ha accolto e dato il benvenuto ai 59 Agenti, sottolineando i valori a cui la Polizia di Stato si ispira: “Mi aspetto da voi grande impegno, equilibrio e serietà nello svolgere il nostro dovere di servire quotidianamente la comunità” - dice il Questore ai colleghi - “è importante che conserviate sempre l’entusiasmo e la voglia di fare che avete adesso”.

Il Tour de France, il giorno dopo 

I neo-agenti sono stati impiegati nei servizi di ordine pubblico connessi al Tour de France, affiancati da colleghi più esperti. Gestita anche la viabilità a seguito dello sciopero della Polizia Locale. Il Questore di Bologna Antonio Sbordone ha ringraziato tutto il personale che, con grande professionalità e spirito di sacrificio, ha reso possibile l’ottimale riuscita cita dell’evento, di rilievo internazionale, in una cornice di assoluta sicurezza. 

La Polizia ha messo in campo anche l'elicottero. 

"Si è rivelata molto efficace, per la buona riuscita dell’evento, l’attivazione di una control room nei pressi dell’arrivo della tappa in Piazza VIII Agosto e di una Sala Operativa interforze presso la Questura" fanno sapere da piazza Galiei. 

Attivisti sul percorso 

Un gruppo di attivisti di “Ultima Generazione”, all’altezza di via Mazzini, ha invaso la carreggiata; alcuni si sono incatenati tra loro con dei lucchetti, mentre uno di essi ha lanciato sull'asfalto una tanica di vernice. Da quanto riferisce la Questura, la Digos ne era già a conoscenza. Sei dei manifestanti sono stati fermati (5 ragazze e 1 ragazzo, tutti italiani) e sono condotti in Questura.

Ultima Generazione - screenshot dal video FB-2

"Gli attivisti fermati erano in possesso di materiale propagandistico pro-Palestina, nello specifico due striscioni di cui uno di grandi dimensioni, di documentazione cartacea, di un telefono cellulare, di due catenacci e di alcune taniche contenenti vernice rossa, il tutto sottoposto al vincolo del sequestro". 

La Digos ha identificato altri 7 attivisti, appartenenti allo stesso gruppo che si erano radunati nella zona dello stadio. 

In piazza VIII Agosto un gruppo di manifestanti del gruppo “Giovani Palestinesi” ha esposto alcune bandiere palestinesi e sono stati controllati. Lungo il percorso in via Emilia levante, all’incrocio con via Lenin, è stato infine esposto uno striscione recante una scritta contro Israele. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bologna nuovi agenti a battesimo per il Tour del France
BolognaToday è in caricamento