menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco il nuovo dpcm, il presidente Conte: "Costretti a un piano con ulteriori restrizioni"

"Stiamo evitando il lockdown generalizzato come quello di primavera". Cosa si può e non si può fare dal 4 gennaio

"Nel giro di un mese abbiamo piegato la curva dei contagi, riportandola a 0.91, sono in calo negli ultimi giorni gli accessi ai pronti soccorso, alle terapie intensive e i ricoveri. Nel giro di un paio di settimane tutte le regioni saranno gialle, ma stiamo evitando il lockdown generalizzato come quello di primavera". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte - in diretta da Palazzo Chigi - che ha presentato il nuovo Dpcm, valido da domani, 4 dicembre. 

"Dobbiamo intenderci - sottolinea Conte - non possiamo entrare nelle case delle persone quindi è una forte raccomandazione, quella di non ricevere persone non conviventi, è una cautela essenziale". 

"I risultati ci confortano, ma un aspetto che non ci consente di abbassare la guardia, sono le festività natalizie. Per questa ragione siamo costretti a un piano di misure con ulteriori restrizioni - dal 21 dicembre al 6 gennaio - la strada è ancora lunga, dobbiamo scongiurare terza ondata. Occorre impegno e attenzione, sarà un Natale diverso, ma non meno autentico". 

Nuovo Dpcm 3 dicembre, testo completo e domande frequenti. Ecco per Natale cosa si potrà fare e cosa no 

Il nuovo Dpcm in breve

Spostamenti

- dal 21 dicembre al 6 gennaio vietati gli spostamenti tra regioni, anche per raggiungere le seconde case

- nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio vietati gli spostamenti anche tra comuni

- resta il divieto di spostamento dalle 22 alle 5

- il 31 dicembre il divieto di spostamento va dalle 22 alle 7 del mattino 

Ci si potrà spostare solo per esigenze lavoro, salute e anche per l'assistenza a persone non autosufficienti, è sempre consentito il rientro nel comune di residenza e domicilio o luogo di lavoro, dove si abita abitualmente. 

- chi rientra e arriva dall'estero tra 21 dicembre e il 6 gennaio dovrà osservare la quarantena 

- gli impianti sciistici sono chiusi dal 4 dicembre al 6 gennaio

- dal 21 dicembre al 6 gennaio sono sospese le crociere

Scuola

- dal 7 gennaio lezioni in presenza per gli studenti delle superiori 

Bar e ristoranti

- in area gialla rimangono aperti a pranzo 

- in area arancione dalle 5 alle 22 solo asporto e consegna a domicilio

Alberghi

- rimangono aperti, ma la sera del 31 dicembre non si potranno organizzare cene, saranno chiusi dalle 18 con il solo servizio in camera 

Negozi 

- da venerdì 4 dicembre fino al 6 gennaio aperti fino alle 21 

- dal 4 al 15 gennaio, nei centri commerciali, nei festivi e prefestivi rimangono aperti solo alimentari, farmaci, sanitari ecc

Cashless

Dall'8 dicembre partirà l'extra cashback di Natale: chi paga con la carta riceverà un del 10% su tutti gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento