rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Nuovo nido Roselle in via Spina: "Perché proprio nel parco e non vicino alla ex Stamoto?"

La proposta parte dai banchi dell'opposizione: "Un'area ora in degrado potrebbe essere completamente riqualificata"

"Perché non collocare il nuovo nido Roselle nell’area ex Hera, molto vicina al vecchio Nido, accessibile dalla meno problematica via Populonia e dove potrebbe essere prevista la realizzazione di un’area sosta di pertinenza?". Se lo chiede il consigliere Nicola Stanzani, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Bologna sul collocamento del nuovo nido Roselle, che tra le opzioni sulla realizzazione vedrebbe anche quella nella attuale area verde di fronte a via Spina, in zona Fossolo. Un'area molto frequentata  e che in tanti verebbero mal gestita se abbattuta per fare spazio a un edificio.

Il tema nei giorni scorsi è stato sollevato proprio -tra gli altri- dal consigliere di Forza Italia, che ora torna sul punto dopo le precizaioni dell'assessore alla scuola del Comune Daniele Ara sul fatto che quella del parco sarebbe solo una opzione in campo.

Asili nido al posto del parco

"L’Assessore -commenta Stanzani attraverso una nota- parla di localizzazione non definitiva e dell’apertura di un percorso di partecipazione con la cittadinanza per la collocazione effettiva del plesso, qualora il progetto fosse finanziato. Bene, lieti di aver sollevato il problema e permesso così di colmare questo grave gap di partecipazione, ci permettiamo di avanzare qualche proposta".

Tra le altre, Stanzani propone anche "la realizzazione della struttura in project financing (cosiddetto Nido Lenin) nell’area di viale Felsina, attigua alla ex Stamoto, acquisita in permuta dall’Ente di gestione dei beni islamici in Italia".

Un’area -dettaglia Stanzani- "attualmente in stato di abbandono e degrado, utilizzata come bivacco e come via di accesso preferenziale per spacciatori e sbandati all’ex area militare, con i suoi 6.587 mq permetterebbe la realizzazione del plesso e di un parcheggio di servizio alla struttura, così come dell’attiguo istituto scolastico Manfredi Tanari, limitando la sosta, pericolosa, su via Felsina".

I dubbi nel merito però rimangono

Qualche dubbio in generale sull’opportunità di realizzare "due strutture 0-3 così ravvicinate al Fossolo ce lo abbiamo in termini di visione nel lungo periodo" spiegano da Fi. Non solo "per l’evidente e drammatico trend demografico cui siamo di fronte, ma soprattutto per l’evoluzione della società che rende quel tipo di risposta, quella del nido di infanzia, sempre meno rispondente all’esigenze delle famiglie di oggi, che chiedono servizi più flessibili e su misura, in termini di orari e non solo. E anche l’opzione scuola dell’infanzia, per quello che è un servizio integrato grosso modo già saturo in città, non ci pare centrata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo nido Roselle in via Spina: "Perché proprio nel parco e non vicino alla ex Stamoto?"

BolognaToday è in caricamento