Nuovo stadio, i dubbi di Veronesi: "Progetto limitato"

Il delegato al bilancio della città metropolitana: "Sindaci lasciati soli a getire i costi degli impianti sportivi". Alle critiche si accoda anche la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti

Rischia di diventare causa di tensioni tra istituzioni (e nel Pd) il progetto del nuovo stadio Dall'Ara di Bologna. A dar voce ai dubbi e alle perplessità del territorio è Giampiero Veronesi, sindaco di Anzola nonché delegato al Bilancio della Città metropolitana, intervenuto questa mattina a un convegno online sulla gestione dei beni comuni organizzato da Federcentri.

"Va bene parlare di stadio -è la stoccata di Veronesi- ma la prima regola dovrebbe essere che un impianto di questo tipo condizioni e indirizzi lo sviluppo del territorio. Ecco, il limite che vedo oggi sullo stadio è che parliamo di un bellissimo progetto, ma che non condiziona né indirizza lo sviluppo urbanistico della città".

Nuovo Stadio, altro passo avanti: dal Comune sì al progetto preliminare del Bologna

Allo stesso tempo, Veronesi sottolinea anche come "sugli impianti sportivi le cose non stanno funzionando". I Comuni, spiega il sindaco, "non hanno più la capacità economica di sostenere la gestione degli impianti sportivi e col tempo hanno finito per riversare sulle Polisportive tutti i costi, perché i cordoni della borsa sono molto tirati. Ed è all'ambito nazionale che dobbiamo guardare se vogliamo fare delle rivendicazioni".

Il problema però non si limita a questo, sostiene Veronesi, perché gli impianti sportivi nel tempo "sono stati abbandonati non solo dal punto di vista economico, ma anche culturale. C'è stata un'involuzione e oggi c'è una visione più modesta degli impianti sportivi rispetto al passato".

Il problema viene rimarcato anche da Isabella Conti, sindaco di San Lazzaro. "Abbiamo impianti che risalgono agli anni '70 -segnala- ma non possiamo sempre stare in attesa di bandi spot, che vengono dal Governo o dall'Europa, per ripristinare la dignità delle nostre strutture sportive". (San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento