Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Tornare dalle ferie e non avere più il posto di lavoro, l'allarme di Mattioli

Antonio Mattioli, responsabile delle politiche contrattuali della segreteria Cgil Emilia-Romagna, stigmatizza il comportamento delle aziende decise a spostare all'estero la produzione

Alla luce delle vicende Firem a Formigine, nel Modenese e Dometic Italy a Forlì, ''non è possibile che nella nostra Regione e nel nostro Paese i lavoratori e le lavoratrici finiscano la loro giornata di lavoro, o inizino il loro periodo di ferie, con il rischio che la mattina dopo, o alla ripresa, non ci sia più la fabbrica''. E' quanto scrive, in una nota, Antonio Mattioli, responsabile delle politiche contrattuali della segreteria Cgil Emilia-Romagna, stigmatizzando il comportamento delle due aziende decise a spostare all'estero la loro produzione.

IL CASO DELLA DOMETIC. La Dometic Italy, prosegue l'esponente sindacale, è parte di una multinazionale svedese ed è una società ''economicamente stabile, il cui amministratore delegato ha pensato bene, insieme ad una decina di soggetti non dipendenti, di tentare di smontare gli impianti nella notte di venerdì scorso per trasferirli in Cina e solo il presidio dei lavoratori ha impedito che il tentativo della Dometic andasse a buon fine. E' indecente, inaccettabile - attacca Mattioli - che il lavoro continui ad essere trattato in questo modo e che queste azioni possano restare impunite. Per qualcuno forse questo rappresenta il nuovo modello di sviluppo (scappo,guadagno, metto in ginocchio centinaia di famiglie e faccio quello che voglio senza assumermi nessuna responsabilità etica e sociale), ma il resto del territorio, del paese, non può stare alla finestra a guardare: dalle associazioni d'impresa alle istituzioni''.

A giudizio del sindacalista, la ''Dometic deve restare a produrre a Forlì, garantire i livelli occupazionali, spiegare al territorio le ragioni di questo atto irresponsabile Quanto sta accadendo - prosegue - mette a rischio, soprattutto in questa situazione di crisi, la tenuta sociale, alimentando una tensione i cui effetti sono imprevedibili. Per queste ragioni - chiosa Mattioli - vanno isolati, da tutta la rappresentanza sociale e istituzionale, questi soggetti e vanno immediatamente prese iniziative atte ad impedire il saccheggio del nostro territorio. Il lavoro merita rispetto e dignità!''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornare dalle ferie e non avere più il posto di lavoro, l'allarme di Mattioli

BolognaToday è in caricamento