menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occupazione in via Zanolini, presa la ex sede di banca Etruria

Blitz dei collettivi, nasce Bancarotta: "Un'occupazione progettuale studentesca, ma anche un simbolo dei nostri tempi. Così noi oggi scioperiamo". Sgomberati dopo 2 ore

Occupazione simbolica stamattina in città. E' successo al 19 di via Zanolini, dove gli attivisti del collettivo Labàs e del Tpo - sotto l'insegna "Lubo" - hanno piazzato le tende nella ex sede di banca Etruria, dando vita allo spazio 'Bancarotta'.
Un'occupazione - spiegano - che significa che 'se le banche si appropriano di tutto, c'è chi poi si riappropria delle banche. Come in questo caso. E per questo abbiamo scelto il nome Bancarotta. Bancarotta è un'occupazione progettuale studentesca, ma anche un simbolo dei nostri tempi. Uno stabile vuoto, in attesa del prossimo speculatore, una proprietà collusa con il Governo'.

Un'invasione, la loro, che vuole rivendicare il diritto ad ottenere spazi sociali per gli universitari, "luoghi di democrazia", ma anche per dire 'NO' a questo Governo: "Un NO che - spiega una attivista - non si concretizzerà solo nel voto al referendum del prossimo 4 dicembre, il nostro NO è quotidiano".
Insomma, lo stesso dissenso che in queste stesse ore tanti studenti universitari stanno manifestando sfilando in corteo per le vie del centro cittadino, annunciando, a suon di slogan. "Cacciamo Renzi". 

"Oggi è una giornata di sciopero e noi abbiamo deciso di praticarlo così - il commento degli occupanti - Sappiamo che i più ricattati e quelli che stanno peggio non vogliono e non possono fare sciopero.

Sul luogo dell'occupazione non sono tardate ad arrivare le forze dell'ordine, in assetto antisommossa, che hanno  sgomberato gli attivisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento