Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Omelia giornata della pace, Caffarra: "Stop alla cultura dello scarto, più spiritualità"

L'Arcivescovo ha insistito sulle difficoltà dei giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro, come delle persone che lo hanno perso a re-inserirsi: rischio emarginazione

Se creiamo 'isole di fraternità' nella famiglia, nelle comunità religiose, nella società civile, abbiamo già posto la forza spirituale che sconfiggerà la 'cultura dello scarto". Lo ha rilevato l'arcivescovo di Bologna, cardinale Carlo Caffarra, nel passaggio conclusivo della sua omelia per la Solennità di Maria Santissima Madre di Dio e Giornata Mondiale della Pace.

Caffarra ha citato Papa Francesco che "parla frequentemente" proprio di questa 'cultura dello scarto' da sconfiggere. "Significa - ha detto l'arcivescovo nella cattedrale di San Pietro - che il modo di pensare e le ideologie che lo sostengono generano comportamenti politici, economici, sociali tali da mettere già in conto che ci saranno 'persone scartate'.

Pensiamo alla condizione dei giovani in ordine all'accesso al lavoro; alla condizione di chi ha perso il lavoro e a causa dell'età troverà molto difficile reinserirsi; l'emarginazione, quando non l'abbandono, delle persone anziane". Ritenere, ha proseguito, "che tutto questo non può non accadere, anziché un male che si cerca in tutti i modi di eliminare, è la 'cultura dello scarto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omelia giornata della pace, Caffarra: "Stop alla cultura dello scarto, più spiritualità"
BolognaToday è in caricamento