Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Omicidio Aldrovandi: problemi psicologico-nervosi per un agente, deciderà il collegio

Condannato per l'omicidio di Federico Aldrovandi, Paolo Forlani è in malattia per problemi psicologico-nervosi iniziati dopo la sentenza

Uno dei quattro poliziotti condannati in via definitiva a tre anni e sei mesi per l'uccisione di Federico Aldrovandi nel 2005, Paolo Forlani, è attualmente in malattia per problemi psicologico-nervosi iniziati dopo la sentenza.

SERVIZI SOCIALI O DOMICILIARI. La documentazione medica è stata consegnata al tribunale di Sorveglianza di Bologna, dove nel primo pomeriggio si è discussa la posizione dell'agente. Il legale di Forlani, l'avvocato Gabriele Bordoni, ha chiesto l'affidamento in prova ai servizi sociali e in subordine la detenzione domiciliare. Il pg Miranda Bambace ha rigettato le istanze della difesa chiedendo il carcere, mentre la decisione ore spetta al collegio. Forlani, in servizio alla questura di Tarvisio (Ud) ha fatto varie visite psichiatriche e alle sue problematiche sarebbero dovuti gli insulti alla madre di Aldrovandi, Patrizia Moretti, postati su Facebook. Frasi per le quali in seguito ha chiesto scusa: copia è stata portata martedì nell'udienza alla Sorveglianza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Aldrovandi: problemi psicologico-nervosi per un agente, deciderà il collegio

BolognaToday è in caricamento