rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024

Omicidio di Anzola, parlano i vigili colleghi: "Tra Stefani e Gualandi rapporto di gerarchia normale, siamo increduli" | VIDEO

Al momento degli spari che hanno ucciso la 33enne Sofia Stefani nel comando c'erano agenti in servizio. Il sindaco: "Proclamato lutto cittadino"

Una comunità sotto shock. A partire dai colleghi di Sofia Stefani, l’ex vigilessa di 33 anni che, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata uccisa a colpi di pistola da Giampiero Gualandi, commissario capo della polizia locale di Anzola dell’Emilia. Almeno uno sparo, che l'indagato ha affermato sia partito accidentalmente mentre puliva l'arma, ha squassato la calma di una normale giornata di lavoro dentro la ‘casa gialla’. Così è chiamato il comando in Piazza Giovanni XXIII. Al momento dentro l’edificio c’erano una manciata di agenti, troppo sconvolti per riuscire a commentare l’accaduto. Ma parla anche per loro Silvia Fiorini, responsabile della Polizia Locale Intercomunale di Anzola e Sala Bolognese: "Siamo profondamente scossi e increduli, non sappiamo cosa sia successo".

Ex vigilessa uccisa ad Anzola: parla l'avvocato di Gualandi

Sul possibile movente sentimentale, Fiorini ricorda che "Stefani e Gualandi avevano avuto un rapporto professionale, Gualandi era commissario capo e quindi gerarchicamente sopra la ragazza. Non ho la pi pallida idea di che altri rapporti potessero avere. Stefani aveva lavorato con noi fino a fine 2023, non sappiamo perché oggi fosse ad Anzola. A oggi sappiamo solo che una giovane donna è stata uccisa e che i carabinieri stanno indagando”.

"Un fatto gravissimo che ha letteralmente devastato la nostra comunità", è il pensiero che il sindaco di Anzola, Giampiero Veronesi, ha affidato ai suoi social comunicando la decisione di proclamare il lutto cittadino: "Il tempo e gli inquirenti determineranno chi e perché ha sparato quel colpo. In questa fase a noi questo non deve interessare, e men che meno dobbiamo attivare meccanismi insani di morbosa curiosità. Noi tutti, al contrario, dobbiamo innanzitutto avere il massimo rispetto per le persone e le famiglie coinvolte e devastate da questa brutta vicenda e dobbiamo inoltre esprimere la nostra massima vicinanza alla famiglia di Sofia ed a tutti i suoi cari".

Omicidio ad Anzola, agente spara e uccide la collega di 33 anni

Video popolari

BolognaToday è in caricamento