rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Omicidio Matteuzzi, l'esito dell'autopsia: raffica di colpi sul corpo di Alessandra

Continuano le indagini per ricorstruire gli ultimi istanti di vita della donna. Il suo ex compagno ancora in carcere

Una raffica di colpi, al volto e al corpo. Questo è stato l'esito dell'autopsia sulla defunta Alessandra Matteuzzi, la 56enne bolognese morta nell'agosto scorso in seguito alle ferite riportate dopo l'assalto del suo ex compagno Giovanni Padovani, 27 anni, ora in carcere per omicidio aggravato e di atti persecutori. La perizia, disposta dalla procura, è stata condotta dal medico legale Guido Pelletti. Le ferite, che si contano nel numero si una ventina al volto, fanno il paio con una dozzina di fratture rilevate nel resto del corpo, tra arti e torace.

Secondo quanto ricostruito fino a ora dagli inquirenti, Matteuzzi è stata aggredita sotto casa al rientro. Padovani la avrebbe aspettata nell'area cortiliva dirimpetto all'ingresso nel condominio, per poi colpirla più volte, anche con un martello che lo stesso aveva portato con sé.

Ora si apre il capitolo giudiziario della vicenda: dell'inchiesta si occupa la procuratrice aggiunta Lucia Russo, in tandem con il pm Domenico Ambrosino. Padovani è difeso da Denise Mondin ed Enrico Buono, mentre i familiari di Matteuzzi sono difesi dai legali Chiara Rinaldi e Antonio Petroncini.

L'ultimo saluto ad Alessandra Matteuzzi. "Gli uomini dovrebbero essere in prima fila" | VIDEO

Alessandra e le altre, 'salvare' vittime e carnefici? "Servono percorsi subito dopo la prima denuncia" 

Omicidio Matteuzzi: quando Padovani faceva il testimonial contro la violenza sulle donne 

La preghiera di Zuppi per Alessandra Matteuzzi: "Mai indifferenti davanti ai femminicidi"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Matteuzzi, l'esito dell'autopsia: raffica di colpi sul corpo di Alessandra

BolognaToday è in caricamento