menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccide un uomo in strada e poi si suicida: forse movente economico

Un uomo è stato ucciso con cinque colpi di pistola davanti a un bar del quartiere San Donato. Il killer è fuggito a piedi ed è stato trovato senza vita nella sua auto

Forse una scena alla quale Bologna non è abituata. Ieri sera un uomo di 34 anni è stato trucidato con  cinque colpi di pistola davanti a al bar Texas, all’incrocio tra via Beroaldo e via Calindri, nel quartiere San Donato.

RICOSTRUZIONE. La vittima: Stefano Cagna, imbianchino 34enne bresciano, residente vicino al bar dove ha trovato la morte, con qualche precedente per reati contro il patrimonio, era appena sceso da una Golf rossa, quando è stato raggiunto da quattro colpi di arma da fuoco. L’assassino si è prima allontanato, poi è tornato sui suoi passi e ha sparato ancora un colpo, per poi fuggire definitivamente a piedi. Successivamente il presunto killer, Salvatore Ferrara, imprenditore di 54 anni, di origine siciliana, residente a Borgo Panigale, è stato ritrovato nella sua auto privo di vita, nei pressi di via Cavalieri Ducati. Si è sparato un colpo alla testa con una 7.65, probabilmente la stessa arma usata per uccidere l'imbianchino.

Dalle prime indagini e sentiti testimoni e parenti, il movente potrebbe essere di natura economica e di lavoro. Sul posto la scientifica e il magistrato di turno Antonello Gustapane. Indaga la Mobile di Bologna.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento