rotate-mobile
Cronaca San Lazzaro di Savena / Via Orlandi

Omicidio San Lazzaro: condannato a 20 anni l'assassino di Procopio

Il Killer soffocò il suo vicino di casa poi appiccò un incendio per dissimulare l'assassinio. Il pm aveva chiesto l'ergastolo. Stabilita anche una provvisionale per la moglie e le figlie del pensionato

20 anni di reclusione in carcere è la pena che dovrà scontare l'assassinio del pensionato Antonio Procopio, ucciso un anno fa a San Lazzaro. A finirlo, pestandolo e poi soffocandolo fu il suo vicino di casa, un albanese di 21 anni, Esmerald Bibi. Colse il 75enne alla sprovvista, nello scantinato del loro condominio di via Orlandi: voleva derubarlo, nacque un alterco, quindi l'aggressione, che il giovane tento' di dissimulare, appiccando un incendio.

Per l'albanese -accusato di omicidio volontario aggravato, incendio, tentata distruzione di cadavere e rapina - il pm Massimiliano Rossi aveva chiesto l'ergastolo. L'accusa aveva ottenuto il giudizio immediato, l'imputato ha poi optato per il rito abbreviato, che garantisce lo sconto di pena di un terzo.

Stabilita anche una provvisionale per la moglie e le figlie del pensionato (50.000 e 75.000 euro) oltre che per il condominio (4.275 euro), che visti i danni provocati dall'incendio (con cui Bibi cercò di nascondere l'omicidio) si era costituito parte civile. Il Pm Rossi ha di recente anche chiesto il rinvio a giudizio per il padre di Esmerlad, Nazmi Bibi, 46 anni. Per lui le ipotesi di accusa sono concorso in incendio, tentata distruzione di cadavere e favoreggiamento reale. I legali del ragazzo valuteranno se fare o meno appello.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio San Lazzaro: condannato a 20 anni l'assassino di Procopio

BolognaToday è in caricamento