Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Onore a Aung San Suu Kyi ma non dimentichiamo il Dalai Lama

Prendiamo spunto anche per ricordare che nello stesso anno venne attribuita la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, anch'esso convinto sostenitore della nonviolenza (a noi cara), guida politica e religiosa del popolo tibetano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

"Siamo veramente felici, soddisfatti e lieti che ad Aung San Suu Kyi, una donna che ha saputo lottare con coraggio per la democrazia del suo paese, pagando a caro prezzo, con la propria libertà, vengano consegnate la cittadinanza onoraria della città di Bologna (attribuitale nel 2008) e la laurea ad honorem in filosofia( assegnatale dall'Università di Bologna nel 2000 quando la leader birmana era agli arresti domiciliari). Prendiamo spunto anche per ricordare che nello stesso anno venne attribuita la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, anch'esso convinto sostenitore della nonviolenza (a noi cara), guida politica e religiosa del popolo tibetano .
Più volte in questi anni il Dalai Lama è stato in Italia e nel giugno del 2012 in Emilia, in visita alle popolazioni terremotate, ma il comune di Bologna in quella occasione non si adoperò per consegnare la massima onorificenza cittadina.
Per questo motivo rinnoviamo la richiesta di organizzare in tempi brevi la consegna della cittadinanza onoraria anche per il Dalai Lama".

Arcangelo Macedonio

Radicali Bologna.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Onore a Aung San Suu Kyi ma non dimentichiamo il Dalai Lama

BolognaToday è in caricamento