rotate-mobile
Cronaca

Open day vaccini per la fascia 5-19 anni: così la Regione tenta l'accelerata

Dopo l'avvio in piazza Maggiore del camper vaccinale dedicato agli studenti, altra iniziativa, questa volta in tutta l'Emilia Romagna, in programma per il 16 gennaio

Dopo che ieri è partito il camper vaccinale in piazza Maggiore dedicato alle somministrazioni per i più giovani, domenica prossima in tutta la Regione è in programma un Open day dedicato ai vaccini per gli studenti . Dalle 9 alle 19, in almeno un centro vaccinale per ogni provincia dell'Emilia Romagna, tutti i giovani dai 5 ai 19 anni potranno accedere per avere la loro somministrazione. Non occorre la prenotazione, ma la presenza, nel caso dei minorenni, di un genitore o di chi ne fa le veci.

Così la Regione tenta l'accelerata sulla fascia di età dei più giovani, quella con minore copertura vaccinale. In occasione dell'Open Day in molti hub l'equipe sarà affiancata da pediatri pronti a rispondere alle richieste di chiarimenti e rassicurazioni da parte dei genitori.

 "Se vogliamo che la scuola sia in presenza e sicura è indispensabile, oltre al rispetto dei protocolli, che tra i banchi siedano più vaccinati possibili", affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l'assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. In Emilia-Romagna "i numeri non lasciano spazio a interpretazioni", proseguono Bonaccini e Donini. "La stragrande maggioranza della popolazione ha avuto fiducia nel vaccino come strumento per proteggere se stessi e gli altri, prima ancora delle norme nazionali che hanno introdotto restrizioni per i non vaccinati. Quello che chiediamo ora ai genitori è di affidarsi alla scienza anche per i loro figli, per evitare i rischi di una malattia che purtroppo vediamo può colpire anche i più piccoli e per consentire ai nostri ragazzi di vivere una vita fatta di socialità, che sicuramente si meritano dopo due anni di pandemia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day vaccini per la fascia 5-19 anni: così la Regione tenta l'accelerata

BolognaToday è in caricamento