Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Zona Universitaria / Via Giuseppe Petroni

"Coprifuoco" via Petroni. Gestore Kebab: “Così mi rovinano”

Nuovi orari per tenere a freno i locali fracassoni. Dal Pratello i residenti chiedono la stessa stretta. Ascom e Confesercenti contro. Ecco che ne pensano i commercianti

Alì "kebabbaro" insieme alla moglie

Alì, gestisce da 6 anni insieme alla moglie, il “kebabbaro” Abano e oggi cerca di spiegare a Bologna Today come il coprifuoco annunciato dal sindaco metterebbe a rischio la sua professione: “I residenti hanno ragione, devono poter dormire di notte. Ma io chiudo a mezzanotte e non vendo alcolici, il mio negozio riesce ad accogliere i clienti perché spazioso, e sotto i portici non sosta nessuno. La soluzione sta nel rispetto reciproco”.

Alì ha le idee chiare e ha raccolto le testimoniante degli altri gestori (“Troppi i negozi di Kebab in una sola strada” dice) e di alcuni dei cittadini che abitano nella strada. Farmi chiudere alle 20 spiega - significherebbe non farmi guadagnare nulla visto che la gente qui arriva dalle 22 in poi. Io pago le tasse, ho investito 60 mila euro tra frigoriferi, ristrutturazione del locale, forniture e altro ancora e così perderei tutto. Chiedo al sindaco di farmi tenere aperto fino alle 24, come ho sempre fatto, senza mai andare oltre”.

COLPA DEI LOCALI. Si individua in quei bar “troppo piccoli” il problema della gente che si riversa sotto i portici a consumare alcolici e poi fare baccano. Complici forse quelle “offerte” imperdibili che vedono cicchetti e aperitivi a prezzi stracciati.

I NUOVI ORARI. Ecco i nuovi orari annunciati per le differenti attività commerciali di via Petroni: per gli alimentari chiusura alle ore 18, per i negozi di Kebab alle 20, alle 23 per i pubblici esercizi come bar e locali. L’ordinanza potrebbe essere resa effettiva già da metà novembre.

LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORARI IMMINENTE. Lega Nord (Bernardini in primis) e Pdl avevano posto la situazione di degrado di via Petroni come emergenza, ma il sindaco Merola, in un’intervista al Resto del Carlino commenta: “Sono soddisfati, peccato che, da gennaio, il Governo che loro sostengono farà scattare misure per la completa liberalizzazione di orari e licenze nelle città storiche. Fra queste c’è Bologna. Credo che Pdl e Lega nord dovrebbero risolvere questa contraddizione. Da parte mia, io faccio la mia parte”.

RESIDENTI DEL PRATELLO CHIEDONO LO STESSO. Mentre si parla esclusivamente di zona universitaria, i residenti di via del Pratello e di altre zone “movimentate” chiedono di allargare l’ordinanza anche a loro, perché giusto che tutti siano uguali. Merola, a questa richiesta, risponde che per ora si focalizzerà sulla situazione di via Petroni e che valuterà nel tempo le altre aree.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coprifuoco" via Petroni. Gestore Kebab: “Così mi rovinano”

BolognaToday è in caricamento