rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Stretta orari esercizi commerciali: il Tar boccia la richiesta di sospensiva dell'ordinanza

L'aveva avanzata Pam Panorama S.p.A nei confronti del Comune di Bologna

Il Tar dell'Emilia-Romagna ha bocciato la richiesta di sospensiva, avanzata da Pam Panorama S.p.A, nei confronti del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Bologna, della delibera di Giunta Comunale del 10 maggio 2016 che individua le aree soggette a limitazione dell'attività commerciale e della successiva ordinanza del Sindaco che regola gli orari per i soli esercizi di vicinato e per le medie strutture di vendita del settore alimentare e misto imponendone la chiusura dalle 21 alle ore 7 del giorno successivo.

Il Comune di Bologna fa sapere che aveva negato a Pam la deroga richiesta "in quanto non aveva autodichiarato l'impegno a non detenere nei locali dell'esercizio, per tutto il periodo di apertura, alcuna bevanda alcoolica".

Il Tar ha ritenuto che "il danno lamentato è di carattere meramente economico e, all’esito di una valutazione comparativa degli interessi coinvolti nella vicenda, deve prevalere quello legato alla funzionalità organizzativa dell'Amministrazione e alla tutela dell’ordine e della salute pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta orari esercizi commerciali: il Tar boccia la richiesta di sospensiva dell'ordinanza

BolognaToday è in caricamento