rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca San Giorgio di Piano / Via Bassa

San Giorgio di Piano: Arriva l’orto in affitto!

Un'idea green che fa anche risparmiare sul conto della spesa. Chi lo fa per passare il tempo, chi per risparmiare sul bilancio familiare, chi perché è attento ad uno stile di vita più sano e sostenibile

Arriva l’orto in affitto, un’idea green che fa anche risparmiare sul conto della spesa. Chi lo fa per passare il tempo, chi per risparmiare sul bilancio familiare, chi perché è attento ad uno stile di vita più sano e sostenibile. Questi sono alcuni dei motivi per curare un orto e goderne i frutti.

Per dare a tutti la possibilità di curare il “proprio” orto sono nati gli orti in affitto di “PImmagine News 2iccoliCampiVerdi”. La struttura si trova a San Giorgio di Piano (Bo), in via Bassa. Facilmente raggiungibile tramite la SP4 Galliera, consente anche a chi abita lontano di gestire le proprie coltivazioni. Gli orti, della dimensione di 80 metri quadrati, sono recintati, dotati di acqua corrente per l’irrigazione e di compostiere per creare da soli il fertilizzante naturale, e vengono consegnati già dissodati (vedi scheda tecnica e tariffario). I coltivatori devono solo decidere cosa piantare e darsi da fare con la semina o la messa a dimora delle piante.
L’idea dell’orto in affitto è balenata ad un giovane diplomato in Agraria ed innamorato della terra. Cesare Tosi si è accorto che gli orti dati in concessione da molti Comuni ai pensionati prevedono liste d’attesa lunghissime e precisi requisiti di età e di reddito. Per questo ha voluto importare, tra i primissimi in Italia, un’idea già radicata nei paesi anglosassoni e del Nord Europa: là coltivare un orto familiare è pratica comune, diffusa al punto che esistono vere e proprie organizzazioni per la gestione di questi piccoli spazi dall'importantissima funzione sociale e di sostentamento economico per le famiglie.

"La mia idea - spiega Tosi - non è quella di dividere in base all'età o al reddito, ma quella di unire usando come legante una passione comune, unendo quindi in tutti i sensi l'utile al dilettevole. Questa nuova iniziativa vuole creare una micro comunità con l'obiettivo comune di coltivare l'orto, composta quindi da persone di qualsiasi età, provenienza, residenza, cultura e collocazione socio-economica, le quali potranno condividere le proprie conoscenze, le proprie capacità, le proprie forze, l'abilità nel praticare l'arte del coltivare ed imparare e trasmettere tutto quanto il lavoro, la dedizione, il rispetto per la natura e per il prossimo, la fatica e l'arte dell'arrangiarsi possa aver già trasmesso in passato all'uomo e che ad oggi è andato perduto. Maggiori saranno le diversità tra gli individui e più forte sarà la sinergia che potrà nascere tra loro in quanto ognuno avrà cose diverse da condividere".

La taglia "unica" di 80 metri quadrati è stata scelta per un criterio di razionalità, ma soprattutto per consentire a chiunque di coltivare qualsiasi cosa. La dimensione non deve spaventare, perché il terreno è già dissodato e pronto alla semina o al trapianto. Inoltre, il fatto di avere molto spazio a disposizione consente di suddividere meglio le varie coltivazioni e di lavorare con più agio. Il consiglio è quello di coltivare molte varietà diverse su piccole estensioni, in modo da avere per tutto l'anno diverse opzioni di verdura ed ortaggi sempre freschi.

Oltre alla coltivazione degli orti, PiccoliCampiVerdi sta organizzando un calendario di corsi sulla coltivazione, sulle varie tecniche colturali, sull'ortoterapia, sulla conservazione di frutta e verdura e tanto altro ancora. Saranno inoltre programmate occasioni conviviali per permettere a tutti di fare amicizie e di scambiarsi consigli, esperienze e perché no, i frutti del proprio lavoro.
 
SCHEDA TECNICA
Gli orti di PiccoliCampiVerdi NON SONO IN VENDITA E NON SONO IN AFFITTO ma vengono ceduti annualmente sotto corrispettivo a seguito della fornitura di vari servizi.
Dotazioni e tariffe:
Canone annuale di un orto recintato di 80 Mq, compresa la fornitura dell'acqua
direttamente all'interno dell'orto, utilizzo di compostiere comuni, wc, parcheggio ed accesso riservato alla zona orti, altri servizi:
€ 350,00 + Iva 21% Oppure
 
Immagine News 3
 
CENNI DI ORTOTERAPIA
L'ortoterapia è una nuova terapia alternativa, capace di migliorare lo stato di salute degli individui, sia da un punto di vista prettamente organico, che psicologico.
L'ortoterapia comprende l'attività di giardinaggio e la coltivazione di piante e di ortaggi. La cura dell'ansia avviene attraverso la stimolazione dei sensi del tatto, dell'olfatto e della vista. Tutti noi sappiamo quanto faccia bene una passeggiata nel bosco o in un parco cittadino quando si è stressati e stanchi: la semplice visione degli alberi e dei colori dei fiori riesce a risollevare il morale.
Se tutto questo è vero, si può comprendere come un rapporto attivo con la natura possa ulteriormente favorire le proprietà terapeutiche naturali dei luoghi 'verdi'.
Così come gli animali, utilizzati nella 'pet therapy', la ortoterapia lavora con un materiale 'vivente': le piante; e serve per curare particolari disabilità o il semplice disagio (stress, depressione, ansia, tossicodipendenza, stato di detenzione ecc.). Nei 'giardini terapeutici' si trova o si ritrova la fiducia nelle proprie capacità di far vivere, crescere e curare un essere vivente, si sviluppa un metodo di lavoro, che consente di raggiungere un obiettivo, rappresentato dalla crescita della pianta. Fornisce dunque nuove motivazioni e nuovi stimoli ed in questo senso, è in grado di dare un sostegno molto importante a persone che soffrono di patologie. Molto importante è anche il lavoro di gruppo, che può facilitare la socializzazione (autismo, stati paranoici, handicap fisici ecc.). Un altro aspetto positivo di questa terapia 'verde' è il fatto che richiede uno sforzo fisico, anche se limitato ed è dunque utile nei casi di astenia o nelle convalescenze.
Data la grande quantità di ricerche che si stanno producendo sull'argomento in Canada, in America ed in Gran Bretagna è ormai nata la figura dell''ortoterapista', che si occupa della progettazione dello spazio verde dove curare i pazienti.
In Italia non esiste ancora un 'garden' progettato ex novo per praticare l'ortoterapia, ma vengono, in alcune case di cura ed in alcune comunità, utilizzati i parchi già esistenti. E pensare che i giardini all'italiana' sono famosi in tutto il mondo ed hanno abbellito, sin dal rinascimento, le ville ed i palazzi di tutti i nobili europei. Ma gli anglosassoni amano sicuramente la natura più di noi ed è forse per questo che hanno pensato a questa cura, semplice e geniale.
Le piante consigliate in terapia sono in genere le piante da fiore e quelle aromatiche, perché stimolano rispettivamente la vista e l'odorato; per stimolare il senso del tatto vanno bene le piante con foglie pelose.
Il professor Roger Ulrich dell'Università del Texas, responsabile del Center for Health Systems and Design Colleges of Architecture and Medicine, in base alle sue ricerche sull'argomento ha potuto constatare che, prendendo due gruppi di pazienti il più possibile omogenei quanto a età, patologia e peso corporeo, il gruppo che gode di una 'vista verde' si riprende molto più rapidamente dall'operazione chirurgica, essendo meno stressato e più carico psicologicamente. Se anche queste ricerche si rivelassero incerte o poco scientifiche, possiamo comunque affermare che sicuramente l'ortoterapia non ha controindicazioni, né effetti collaterali, per cui è senz'altro un ottimo rimedio per chi vuole curarsi con metodi naturali.
 
Per maggiori info: PiccoliCampiVerdi - Via Bassa, San Giorgio di Piano (Bo) - GSM 337/389157 info@piccolicampiverdi.it

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giorgio di Piano: Arriva l’orto in affitto!

BolognaToday è in caricamento