rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Pilastro

Sardine, nascono gli "orti popolari" al Pilastro: il raccolto a chi lavora la terra e alle mense

Riqualificazione di 35 orti presso il Podere San Ludovico, un’area verde nella prima periferia bolognese

Prende ufficialmente il via “Orti Popolari”, un progetto ideato da 6000 sardine e Cucine Popolari - Bologna Social Food in collaborazione con il Centro Agroalimentare di Bologna e la Fondazione Grameen Italia. 

"Nel solco del progetto di agricoltura urbana per giovani e famiglie della città nato nel 2017, ci occuperemo della riqualificazione di 35 orti presso il Podere San Ludovico, un’area verde nella prima periferia bolognese, presso il quartiere Pilastro" si legge nella nota del movimento nato in città nel 2049. 

A sostenere l'iniziativa, Fondazione Grameen, tramite il progetto FoundER,  con l’obiettivo di produrre un raccolto entro il periodo autunnale; il raccolto sarà destinato per il 50% a chi lavora la terra, e per il rimanente 50% alle Cucine Popolari.

"Crediamo che prenderci cura della realtà in cui viviamo sia una necessità, così come crediamo che, per mettere in discussione un modello di sviluppo insostenibile, spietato tanto con le persone quanto con le risorse del Pianeta, l’idea migliore sia provare a tracciare un sentiero alternativo - continuano gli attivisti - contrario alle logiche dello sfruttamento, e basato su un approccio genuino e sociale alla natura, di cui la valorizzazione del territorio e la forza dei legami umani costituiscano gli assi portanti. Ci sporchiamo le mani non solo per dare vita a un orto, ma per creare un’opportunità. Quella di incontrare persone pronte a faticare per un’idea che condividono, in uno spazio naturalmente bello. Dove respirare nient’altro che l’aria della comunità". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sardine, nascono gli "orti popolari" al Pilastro: il raccolto a chi lavora la terra e alle mense

BolognaToday è in caricamento