Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Appennino: 45 ciclabili anche per portatori di handicap

È previsto anche un corso teorico-pratico per accompagnatori disponibili ad affiancare persone con disabilità sensoriali e fisiche nella pratica della mountain bike (handbike o tandem)

Oltre mille chilometri di piste sull'Appennino su 45 itinerari ciclabili accessibili. È il progetto "Outdoor 365", promosso dalla Fondazione Silvia Rinaldi per lo sport con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Fondazione Vodafone e Fondazione Cariparma, per informare le persone disabili sui percorsi adatti anche per handbike, mountain tandem e sedie ruote adattate.

"Il nostro obiettivo è permettere alle persone disabili di praticare sport all'aria aperta tutto l'anno, insieme agli altri", spiega Matteo Brusa, segretario generale della Fondazione. Nel periodo invernale sono stati realizzati allenamenti di sci integrato (persone disabili e non, insieme) nei comprensori del Monte Cimone (Modena) e Corno alle Scale (Bologna).

"Per l'estate abbiamo pensato alla bici - continua Brusa - per questo insieme a una persona in sedia a ruote abbiamo individuato i percorsi che possono essere praticati dalle persone disabili in sicurezza". Gli itinerari (cinque per provincia) sono contenuti nel sito www.outdoor365.it dove e' possibile cercarli a seconda dell'ausilio che si utilizza. Per ognuno è presente una scheda tecnica con il livello di difficoltà e tutte le indicazioni per percorrerlo in sicurezza ed è possibile scaricare una mappa sul proprio smartphone. Grazie alla convenzione con Ottobock Italia, la Fondazione Silvia Rinaldi ha a disposizione una handbike (che può essere affittata) per fare l'esperienza di una gita fuoristrada insieme a un accompagnatore certificato. 

È previsto anche un corso teorico-pratico per accompagnatori di persone disabili in mountain bike rivolto a persone disponibili ad affiancare persone con disabilità sensoriali e fisiche nella pratica della mountain bike (handbike o tandem). "Vorrei sottolineare la rilevanza del progetto Outdoor 365, che permette anche alle persone con ridotta mobilità di approcciare le attività all'aria aperta, oltre a incrementare l'offerta informativa dei nostri territori - ha detto Melissa Milani, presidente Comitato italiano paralimpico Emilia-Romagna - auspico che questo importantissimo lavoro possa diventare parte integrante dell'app SportEr sull'accessibilità agli impianti sportivi, indoor e outdoor, della nostra Regione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appennino: 45 ciclabili anche per portatori di handicap

BolognaToday è in caricamento