Cronaca

44 e 48 anni, altre due morti sospette per droga: la Procura dispone autopsia

Forse nuovi casi di overdose per un piccolo imprenditore di 44 anni in via Bertiera e un 48enne residente a Castel Maggiore e infine malore per un 19enne

La Procura ha disposto autopsie ed esami tossicologici per far luce sulle cause degli ultimi due decessi sospetti a Bologna, nell'ipotesi che possano essere legati all'abuso di sostanze stupefacenti e potrebbero confluire nell'indagine del sostituto Augusto Borghini e del procuratore aggiunto Valter Giovannini che raggruppa i precedenti diversi casi di overdose.

Della morte di un piccolo imprenditore di 44 anni trovato dalla sorella in via Bertiera, nel centro della città, i carabinieri sono stati avvisati sabato sera. Nell'appartamento sono state trovate eroina e hascisc. Sempre sabato mattina, all'ospedale di Bentivoglio, è morto un quarantottenne, residente a Castel Maggiore e titolare di un'attività commerciale a Cento (Ferrara). L'uomo aveva avuto un malore in casa, con forti dolori addominali e, portato dal 118 all'ospedale, avrebbe lui stesso riferito di aver assunto diverse ore prima cocaina e eroina. Risulta che fosse un 'consumatore' già segnalato, ma solo gli accertamenti medico-legali accerteranno se la causa della morte è da ricercarsi nelle droghe.

Ancora sabato notte, ancora all'ospedale di Bentivoglio, è arrivato in ambulanza un ragazzo di 19 anni, in stato di forte agitazione psico-motoria. In una perquisizione in casa, i militari hanno trovato marijuana e una piccola quantità di un'altra sostanza da analizzare. Dopo le cure, il giovane è stato dimesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

44 e 48 anni, altre due morti sospette per droga: la Procura dispone autopsia

BolognaToday è in caricamento