rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Ozzano dell'Emilia

Ozzano, festa in tragedia: 20enne cade in piscina e finisce in coma

Irreversibile il coma in cui è piombato il giovane, dopo aver rischiato l'annegamento in piscina durante i festeggiamenti del suo 20° compleanno

E’ in coma irreversibile A.P., ventenne di Roma, che ieri sera, intorno alle ore 22:30, ha rischiato di morire annegato nella piscina privata di una villa ad Ozzano dell’Emilia, dove era stata organizzata una festa tra studenti universitari, in occasione della fine dell’anno accademico.

Il giovane è stato visto tuffarsi. Pare che sia finito nel punto più profondo e che non sapesse nuotare. Quando gli altri giovani se ne sono accorti era già gravissimo ed è stato allertato il 118. I carabinieri, accorsi sul luogo dopo aver appreso la notizia dal personale sanitario del Policlinico Sant’Orsola Malpighi, hanno sentito tutte le persone, compresi i proprietari della casa, i genitori del ragazzo che aveva organizzato la festa e che erano presenti alla scena. Tutti avrebbero confermato la stessa versione.

Lo studente, oltre a festeggiare una piacevole serata in compagnia di amici, stava festeggiando anche il suo compleanno. Ha compiuto appena 20 anni.
La Procura ha aperto un'inchiesta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano, festa in tragedia: 20enne cade in piscina e finisce in coma

BolognaToday è in caricamento