Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Ozzano Emilia, lavoro in nero: chiuso cantiere edile

Sospensione dell'attività e sanzione amministrativa di 1.950 euro nei confronti di una ditta appaltatrice, che operava in un cantiere edile: così dopo alcuni controlli a tappetto delle forze dell'ordine, finalizzati alla prevenzione degli infortuni sul lavoro

Nell’ambito di alcuni controlli finalizzati alla prevenzione degli infortuni sul lavoro, è finita nei guai  una ditta appaltatrice, che operava in un cantiere edile di Ozzano Emilia. E' stato infatti adottato un provvedimento di sospensione dell’attività (secondo l'Art. 14 c. 1 D.lgs. 81/2008) e contestato una sanzione amministrativa di 1.950 euro. L’impresa appaltatrice è stata trovata in difetto per la presenza di un lavoratore in nero.
La sospensione è stata recentemente revocata, ma il cantiere, in virtù dell’Art. 92 del medesimo Decreto legislativo (81/2008) è rimasto chiuso.

A portare avanti l'operazione sono stati i Carabinieri della Stazione di Ozzano Emilia, in collaborazione con i militari dell’Arma del Nucleo Ispettorato del Lavoro e il personale civile della Direzione Territoriale del Lavoro di Bologna, impegnati in servizi di controllo a tappeto per contrastare il fenomeno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano Emilia, lavoro in nero: chiuso cantiere edile

BolognaToday è in caricamento