Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Lavoro nero in pizzeria a Ozzano: nei guai imprenditrice 43enne

Sospensione dell'attività e sanzione di 1.500 euro: tre lavoratori irregolari, tra cui un minore, in una pizzeria da asporto

Provvedimento di sospensione di un’attività imprenditoriale (Art. 14 c. 1 D.lgs. 81/2008), e contestato una sanzione amministrativa di 1.500 euro nei confronti di una pizzeria d’asporto situata a Ozzano Emilia da parte dei Carabinieri della Stazione di Ozzano Emilia, in collaborazione con il personale della Direzione Territoriale del lavoro di Bologna,.

Nel corso dei controlli è emerso che un’albanese di 32 anni, residente a Monterenzio, e due italiani di Ozzano Emilia, di 17 e 44 anni, lavoravano in nero. L’attività è rappresentata da un’imprenditrice italiana di 43 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero in pizzeria a Ozzano: nei guai imprenditrice 43enne

BolognaToday è in caricamento