Cronaca Ozzano dell'Emilia

Ozzano, mezzo secolo di storia per la TipoArte: "E' necessario reinventarsi continuamente"

L'amministrazione comunale ha consegnato una targa per il grande traguardo raggiunto dall'azienda a conduzione familiare

Una visita e la consegna di una targa alla ditta Tipoarte Sas di Ozzano, che quest'anno ha raggiunto i 50 anni di attività. Mezzo secolo di storia e una lunga tradizione, tanto che il sindaco Luca Lelli, accompagnato dagli assessori Matteo Di Oto e Claudio Garagnani, si è recato personalmente in sese, per complimentarsi e salutare Morini Franco, il fondatore, insieme ai figli Serena e Denis. 

"Ho fondato la tipografia Tipoarte - ha ricordato commosso Franco Morini - nel 1971 iniziando a stampare in un piccolo negozio al piano terra di un condominio in pieno centro ad Ozzano. Inizialmente mio fratello, al tempo lavoratore dipendente, mi veniva ad aiutare dopo il lavoro, poi col tempo si è licenziato ed ha iniziato anche lui a lavorare in Tipoarte. All'epoca si lavorava soprattutto con la "carta", stampavamo volantini, manifesti, depliants, cataloghi, libri. Il lavoro non ci è mai mancato e negli anni ci siamo ingranditi trasferendoci prima in un capannone in via Matteotti, sempre nel capoluogo,  poi in uno stabile più grande in via Bertella e ora abbiamo unito i due rami dell'azienda, Tipoarte e Vision, trasferendo la sede nella zona industriale di Ponte Rizzoli, sempre ad Ozzano dell'Emilia, Comune che non ho mai più lasciato da quando mi sono trasferito nel 1972, dove tutt'ora continuo a vivere e dove sono nati e cresciuti i miei figli. Il primo cliente in assoluto che abbiamo avuto è stata la ditta Fatro Spa, ozzanese e  tuttora leader in campo farmaceutico veterinario,  il cui titolare, il compianto Dr. Zaini, mi diede fiducia e iniziammo una lunga collaborazione che dura  tutt'oggi". 

"Oggi i tempi sono un pò cambiati - continua Franco Morini - si lavora prevalentemente col cartone e non con la carta come era ai miei inizi, si deve continuamente combattere con gli aumenti dei prezzi delle materie prime e delle utenze, ci si deve re-inventare continuamente per restare aggiornati, per rispondere alle esigenze del mercato, un mercato in continua evoluzione e sempre più globale". Proprio per rimanere competitivi, offrire un ottimo prodotto e cercare di contenere  i costi la Tipoarte ha investito recentemente nell'acquisto di un nuovo macchinario, il fiore all'occhiello dell'azienda. Lungo 25 metri, stampa a 5 colori più la vernice un pallets di fogli  di mt.1,20x1,60 ed è in grado di produrre 10.000 copie al minuto. Ma ora ai problemi aziendali ci penseranno i miei figli Serena e Denis, conclude Franco Morini. Ho avuto l'immensa fortuna di avere due figli che hanno voluto proseguire l'attività di famiglia e che ci mettono la mia stessa passione".

"Per Franco la Tipoarte è molto di piuù che la sua azienda - sottolinea il sindaco Luca Lelli -  e incarna passione e famiglia. Ha iniziato con il fratello e ora la stanno portando avanti, tra l'altro molto bene, i figli. Come Amministrazione comunale siamo davvero fieri di consegnare loro una targa a ricordo dell'ambizioso traguardo raggiunto che non vuole essere una meta ma, così come abbiamo scritto nella targa". Targa che recita: "50 anni di attività sono solo una tappa del percorso intrapreso, convinti che ve ne saranno molte altre da raggiungere, con lo stesso entusiasmo e la stessa tenacia che vi hanno motivato fin dagli inizi e che vi hanno permesso, oggi, di arrivare fin qui".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano, mezzo secolo di storia per la TipoArte: "E' necessario reinventarsi continuamente"

BolognaToday è in caricamento