Cronaca Zona Universitaria / Via Zamboni

Plico in Provincia: "Non comprimere", e scatta l'allarme bomba

Dopo gli ultimi episodi, una semplice scritta su un plico arrivato a Palazzo malvezzi, fa scattare l'allarme: sul posto gli artificieri

Psicosi da boma? La semplice scritta 'Non comprimere' su un plico, arrivato in mattinata alla sede della Provincia e indirizzato, a quanto sembra, alla presidente Beatrice Draghetti, ha fatto scattare un nuovo allarme in città.

A chiamare il 113 sono stati gli addetti che lo hanno ricevuto. Poco dopo a Palazzo Malvezzi, in via Zamboni, sono arrivati gli artificieri della questura che, con le opportune cautele, hanno aperto la busta: si trattava di corrispondenza 'istituzionale' con all'interno una pergamena. La scritta era dunque una semplice cautela per non rovinare il documento. Nei giorni scorsi c'erano stati falsi allarmi bomba negli uffici giudiziari della Procura, in via Garibaldi, e in Piazza Maggiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plico in Provincia: "Non comprimere", e scatta l'allarme bomba

BolognaToday è in caricamento