menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo Re Enzo si illumina di giallo per Patrick Zaki

Il Comune di Bologna risponde alla chiamata di Amnesty International per tenere alta l'attenzione sull'attivista per i diritti umani e studente dell’Università di Bologna

Oggi lunedì 8 febbraio, all'imbrunire, la facciata di Palazzo Re Enzo che dà su piazza Maggiore si illuminerà di giallo per chiedere la liberazione di Patrick Zaki ad una anno dal suo arresto. 

Sarà il modo, per il Comune di Bologna, di rispondere alla chiamata di Amnesty International per tenere alta l'attenzione sull'attivista per i diritti umani e studente dell’Università di Bologna tuttora in stato di detenzione preventiva in Egitto.

Bologna, che ha dato la cittadinanza onoraria a Patrick, oggi chiede a gran voce di far tornare a casa lo studente. Un'unica voce anche se a parlare sono in tanti: dal Rettore Francesco Ubertini, al sindaco Virginio Merola, dal governatore Stefano Bonaccini, all'artista Gianluca Costantini.

L'appello è rivolto al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ma anche al futuro Governo Draghi: libertà per Patrick Zaki.

Un anno di carcere senza processo per Patrick. Amnesty: "E' prigioniero di coscienza"

Dall'8 febbraio in città i manifesti vincitori del contest “Free Patrick Zaki, prisoner of conscience”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento