menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto FB

Foto FB

Contestazioni al Professor Panebianco: sospesi quattro studenti del CUA

Non potranno frequentare le lezioni nè dare esami fino al mese di luglio. Si tratta di studenti iscritti a Scienze politiche, Giurisprudenza e Antropologia. 'Ora ci mobiliteremo' assicurano

Sospensione per due mesi, è quanto comminato dal Senato accademico dell'Alma Mater a quattro studenti del Collettivo Universitario Autonomo - Cua che a febbraio interruppero le lezioni del professor Angelo Panebianco alla Facoltà di Scienze Politiche.

Non potranno frequentare le lezioni nè dare esami fino al mese di luglio. Si tratta di studenti iscritti a Scienze politiche, Giurisprudenza e Antropologia. Fra loro c'è anche Angelo, uno dei portavoce del collettivo, che questa mattina aveva chiesto di poter intervenire in Senato accademico per spiegare le ragioni di quella contestazione a Scienze Politiche, ma senza sucesso. "E' stata attaccata la possibilità di dissenso e critica all'interno dell'Università - sostiene Angelo - ora ci mobiliteremo, non può passare così. Il rettore e il Senato accademico si devono assumere la responsabilità politica di questa situazione. Si è rotto un qualcosa che non si può più ricucire. E' stata marcata l'ennesima distanza tra Ateneo e studenti". Per il Cua dunque "l'ateneo non ha mostrato alcuna autonomia di giudizio, ma si è fatta dettare la decisione dalla bagarre mediatica nata intorno a Panebianco".

Per Angelo la sospensione di due mesi per motivi disciplinari "è un provvedimento che intacca la carriera universitaria in maniera pesante, ma è soprattutto un precedente politico molto grave, non credo ce ne siano altri nella storia dell'Ateneo".

Il collettivo contesta le "notifiche poco chiare" arrivate nelle settimane scorse ai ragazzi interessati dall'istruttoria, fatto che non avrebbe permesso di presentare controdeduzioni al procedimento disciplinare. E lamenta la decisione di non ascoltare in Senato le ragioni del Cua. Insomma, il provvedimento è stato assunto con una "dinamica per nulla trasparente" e "a quanto pare non c'è neanche spazio per presentare ricorso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento