Cronaca

Traffico, caos auto in doppia fila: il Comune studia nuove preferenziali

Inversione di tendenza a Palazzo D'Accursio. Lo chiedono gli autisti Tper: "Rallentano la velocità dei bus"

Si profila l'idea di nuove preferenziali sulle strade cittadine. E' emerso in sede di discussione del Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), nel corso di una commissione dedicata al controllo della sosta in doppia fila affidata al sistema Scout.

Dopo che il secondo mandato del sindaco Virginio Merola era iniziato con l'intento di ridurle e con l'obiettivo del "recupero dei tempi di vita" dei cittadini, a Palazzo D'Accursio sembra profilarsi un'inversione di rotta: di preferenziali potrebbero nascerne di nuove.

L'assessore alla mobilità Irene Priolo fa riferimento al tavolo aperto con Tper per studiare le criticità del traffico: le auto in doppia fila sono uno dei problemi che rallentano la velocità commerciale dei bus e "gli autisti chiedono più preferenziali". Le corsie riservate ai bus "rallentano il traffico veicolare privato ma favoriscono quello pubblico", continua Priolo, sottolineando che "in alcune zone l'inserimento di nuove preferenziali va studiato" perchè può essere questa la "risposta efficace" da mettere in campo. 

Merola preferenziali-2

"A inizio mandato erano arrivati segnali un po' diversi" ha detto il consigliere Andrea Colombo, ex titolare dell'assessorato, visto che sono state eliminate alcune preferenziali "anche su direttrici fondamentali del trasporto pubblico e questo senza dubbio ha peggiorato i tempi di percorrenza degli autobus". Ma se ora "c'è la volontà di andare in controtendenza e promuovere davvero la mobilità sostenibile e il trasporto pubblico nel Pums, dobbiamo salutare positivamente questa intenzione, che chiaramente andrà poi misurata sulle proposte concrete e i fatti". (dire) 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico, caos auto in doppia fila: il Comune studia nuove preferenziali

BolognaToday è in caricamento