menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovate ossa umane al Parco Nord: vicino la patente di Biagio Carabellò

Il rinvenimento a opera di una ditta che stava effettuando delle pulizie di un canale

Un teschio e alcune ossa umane sono state rinvenute stamane, nei pressi del parco Nord. Il ritrovamento prima del capo e poi degli altri frammenti è avvenuto per opera di alcuni operai che stavano effettuando alcuni lavori di ripulitura di un canale di scolo adiacente all'area verde che ospitare i grandi eventi. Sul posto, oltre alle volanti, sono arrivati anche i tecnici della Scientifica e il medico legale, per le prime analisi.

Vicino ai resti sarebbe stata trovata la patente di Biagio Carabellò, l'uomo scomparso dalla Bolognina nel 2015. La Procura, da quanto si apprende , ha quindi disposto l'esame del Dna.

Dopo la scomparsa, gli inquirenti avevano indagato anche sulla presunta falsificazione del testamento della compagna di Biagio, morta qualche anno prima della misteriosa sparizione dell’uomo. In base al testamento  il patrimonio della donna finì a un'amica della coppia, Simona Volpe.

In un secondo testamento, riconosciuto poi come autentico, di cui fu in seguito trovata una copia a casa dello scomparso, la fidanzata aveva lasciato gran parte dei suoi beni a Carabello’.

Per questa vicenda Volpe è stata condannata a due anni, in primo grado, per falsificazione di testamento.

Circa la sorte di Biagio si è da tempo pensato al peggio. 

L'esame dei Ris su alcune tracce ematiche su una giacca trovata a casa dello scomparso, aveva confermato che si trattava del sangue dell'uomo. Per l'avvocato della famiglia Carabello' si sarebbe trattata della prova che "Biagio era stato ucciso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento