San Donato, spaccio di cocaina al parco: due arresti in flagranza

Rricevuta l’ordinazione, uno si spostava nei pressi di un casolare a prendere la sostanza, l’altro prendeva i soldi dall’acquirente

Foto archivio

Nel pomeriggio di ieri, 11 giugno, nel corso di un servizio anti-droga della Squadra Mobile, sono stati arrestati due cittadini marocchini S.S., di 33 anni, e F.A. di 37, colti in flagranza mentre cedevano una dose di cocaina a un giovane italiano.

Il modus operandi dei due era collaudato, attendevano gli acquirenti all’interno del parco San Donnino, in zona San Donato, e, ricevuta l’ordinazione, uno si spostava nei pressi di un casolare a prendere la sostanza, mentre l’altro riceveva i soldi dall’acquirente, dividendosi così i compiti dell’attività di spaccio.

Nel pomeriggio di ieri il copione si è ripetuto, ma i due pusher sono stati bloccati dai poliziotti della IV Sezione contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile che hanno assistito alla vendita di una dose di cocaina e hanno rinvenuto e sequestrato,
proprio nei pressi del casolare prescelto per la cessione, un bilancino di precisione. I due stranieri sono finiti in manette e sono stati giudicati con rito direttissimo: l’arresto è stato convalidato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento