Cronaca Reno / Via Speranza

Parco Speranza, cemento per far posto alle auto: 'Il verde resterà'

Dopo la protesta dei residenti contro il nuovo parcheggio e la conseguente eliminazione di alcune piante, il Comune tranquillizza: 'Pianteremo nuovi alberi. Il progetto comunque risponde alla necessità di rendere più sicuro e fruibile un nuovo comparto'

Dopo la protesta di alcuni cittadini contro il nuovo parcheggio in progetto in via Speraza e la conseguente eliminazione di alcune piante dall'omonimo parco, il Comune attraverso una nota ha voluto tranquillizzare gli animi: il verde non sparirà, saranno infatti piantati nuovi alberi e l'operazione è volta a 'rendere più sicuro e fruibile un nuovo comparto'.

LAVORI 'ZONA 30'. E' intenzione dell'amministrazione realizzare una "Zona30 nel quadrante ricompreso tra le vie Battindarno, Vittoria, Speranza ed Emilia Ponente" nel quartiere Reno, zona Santa Viola dove ha sede la GD di fronte al giardino ENEL. Il progetto e la realizzazione sono a carico di GD e prevede la realizzazione di un marciapiede in via Vittoria e di una piazza tra parco e ingresso dell'auditorium, con conseguente perdita di spazi per la sosta in via Vittoria e davanti al parco. Nell'area interessata dai lavori (Via Speranza e dintorni) sono  presenti: l'asilo  aziendale  Coesia,  la   scuola  dell'infanzia  comunale  Seragnoli,  poliambulatori  convenzionati  con  l'Ausl,  studi medici e una  residenza protetta per anziani.  G.D,  in  un'area limitrofa alle zone produttive, sta realizzando un centro  polifunzionale  che  offrirà  servizi  all'azienda che saranno aperti anche  alla città. Nel centro vi saranno un auditorium, uno spazio espositivo, una  palestra, una caffetteria, un nido (già in funzione), un'accademia tecnica,  oltre ad altre funzioni quali il ristorante aziendale.

Sulla    viabilità    della    zona    di    via    Speranza -  precisano da Palazzo D'Accursio -  l'intenzione  dell'Amministrazione  è  favorire  la  sicurezza  dei  pedoni,  ridurre  la “conflittualità”  fra  traffico  motorizzato  e  ciclabile,  facilitare gli  attraversamenti pedonali, in particolare quello di via Speranza, ridurre la  velocità   veicolare.   Verrà  dunque  istituita  una  “zona  30”,  saranno  modificate  le pavimentazioni, è previsto l'ampliamento dei marciapiedi, la  realizzazione  di  quello nuovo in via Vittoria e attraversamenti pedonali".

CAMBIAMENTI NEL PARCO. lI  progetto di riqualificazione interesserà anche la zona del parco Speranza e prevede il  prolungamento  della  pista  ciclopedonale  che attraversa il parco fino al  lungo  Reno,  la  realizzazione  di  sedute,  fontane  e tre aree gioco che  prevedono  un  campo  multifunzionale dove sarà possibile giocare a basket,  calcetto  e palla a mano, un'area giochi destinata ai bambini più piccoli e  una  per  i più grandi. E' inoltre prevista una nuova centralità urbana che  attraverso  una  nuova  piazza  raccordi  al  meglio  il  parco  ai servizi  esistenti (e a quelli futuri).

 Attualmente  l'area  parcheggio ospita 30 posti auto, l'ipotesi di progetto  dell'Amministrazione   prevede  di  implementarla  con  altri  28  posti  a  compensazione   rispetto   alla  riorganizzazione  degli  stalli  esistenti  prevista dalla “zona 30”.

IL VERDE. Per  quando riguarda gli alberi - sottolinea l'amministrazione comunale . "è utile ricordare che all'interno del parco  Enel  Speranza,  che da via Speranza si prolunga verso la sponda destra del  fiume  Reno,  su una superficie complessiva di due ettari, sono presenti ad  oggi  208  esemplari arborei, nessuno dei quali è secolare. L'intervento di  riqualificazione   prevede   l'eliminazione  di  12  alberi,  9  dei  quali  localizzati  lungo  il  confine  meridionale  dell'area verde. Si tratta in  specifico  di 4 bagolari e 5 ippocastani, di età variabile tra 30 e 40 anni  e con diametri medi di circa 35-40 cm, che sono localizzati sotto una linea  dell'alta  tensione  sostenuta  da  tralicci.  La localizzazione presuppone  futuri   problemi   di   gestione  delle  piante  che  in  futuro  andranno  drasticamente  potate  poiché invaderanno l'area di pertinenza della linea  elettrica."

Ma a fronte dell'abbattimento dei vecchi arbusti, il verde sarà rimpolpato con 19  nuovi  alberi,  promette il Comune. Le nuove piante saranno collocate nella  porzione centrale del  giardino,  per  ombreggiare i nuovi percorsi pedonali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Speranza, cemento per far posto alle auto: 'Il verde resterà'
BolognaToday è in caricamento