Cronaca Largo Bartolo Nigrisoli

Parti all'Ospedale Maggiore, l'allarme: 'Situazione grave, personale insufficente'

E' la denunbcia della Cisl, che racconta di una 'mole di lavoro insostenibile'. L'argomento approda sui tavoli della Giunta Regionale. Sia Udc che Lega incalzano sul tema: mancherebbero in particolare gli operatori socio-sanitari che affiancano le ostetriche

La Cisl lancia l’allarme per la situazione delle sale travaglio e parto dell’Ospedale Maggiore di Bologna rilevando una situazione molto grave per la mole di lavoro che risulta non sostenibile. Lo scrive Silvia Noè (Udc) in una interrogazione alla Giunta. La consigliera, nel rilevare che l’eventuale chiusura del punto nascita dell’Ospedale di Porretta Terme (Bo) influirebbe direttamente sulla situazione dell’Ospedale Maggiore, aumentando ulteriormente il carico di lavoro, chiede alla Regione come intenda rapportarsi rispetto alle esigenze emerse al Maggiore e le richieste di mantenimento del servizio nel territorio di Porretta.

All’ospedale Maggiore di Bologna i sindacati hanno “lanciato l’allarme sull’attuale situazione delle sale travaglio e parto”, dove si sarebbero verificate situazioni critiche negli ultimi giorni,  contando più partorienti che ostetriche a loro disposizione.  Così rimarca la problematica anche il consigliere regionale Manes Bernardini (Lega nord), nell'ennesima interrogazione alla Giunta sul tema, in cui sottolinea come “mancherebbero in particolare gli operatori socio-sanitari che affiancano le ostetriche nella gestione della sala travaglio e della sala parto” e chiede quindi all’esecutivo regionale “le ragioni dell’attuale grave carenza di organico”, “come l’Ausl competente intenda affrontare tale emergenza”, “quale sia ad oggi l’organico previsto per il reparto” e “quali provvedimenti voglia intraprendere per far fronte ad eventuali carenze di organico in questo reparto e come intenda evitare che simili episodi si ripetano in futuro”.

L'argomento era già stato scoperchiato nei giorni scorsi anche dal consigliere Giovanni Favia (gruppo misto), che raccontava di 'bugie da parte di Ausl', per nascondere le problematiche in atto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parti all'Ospedale Maggiore, l'allarme: 'Situazione grave, personale insufficente'

BolognaToday è in caricamento